Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

La paranza dei bambini

in scena al Teatro Piccolo Eliseo

 L’espressione “paranza dei bambini” indica nel gergo dei camorristi un gruppo criminale, ma restituisce anche con una certa fedeltà l’immagine di pesci talmente piccoli da poter essere cucinati solo fritti, piscitielli proprio come quei giovanissimi legati alla camorra che Roberto Saviano racconta nel suo ultimo best seller e ora anche a teatro; fino al 17 dicembre al Teatro Piccolo Eliseo.

In scena una verità cruda, violenta, senza scampo che racconta dei bambini della paranza, che non temono il carcere né la morte, perché sanno che l’unica possibilità che hanno in un quartiere come il loro è giocarsi tutto, subito. Imparano a sparare, iniziano a spacciare, spendono. Sanno che “i soldi li ha chi se li prende”.

Lo spettacolo teatrale in scena al Piccolo Eliseo nasce nel Nuovo Teatro Sanità, un luogo ‘miracoloso’ nel cuore di Napoli, dove si tenta di costruire un presente reale e immaginare un futuro possibile. Sulla scena che strizza l'occhiolino al graphic novel di F.Miller: Vincenzo Antonucci , Luigi Bignone, Carlo Caracciolo, Antimo Casertano, Riccardo Ciccarelli, Mariano Coletti, Giampiero de Concilio, Simone Fiorillo, Carlo Geltrude ed Enrico Maria Pacini sono i veri protagonisti di una comunità che impone regole feroci dove si perde l’innocenza e si diventa grandi a colpi di pistola.

NunCa

Link trailer spettacolo

https://www.facebook.com/nuovoteatrosanita/videos/1466650803374684/

 

Durata: 1 ora e 30 – atto unico

PICCOLO ELISEO

Da mercoledì 29 novembre a domenica 17 dicembre 2017

 

Orario spettacoli:

Da martedì a sabato ore 20.00

domenica ore 17.00

 

Biglietteria tel. 06.83510216

Giorni e orari: lun. 13 – 19, da martedì a sab 10.00 – 19.00, dom 10 - 16

Via Nazionale 183 – 00184 Roma

Biglietteria on-line www.teatroeliseo.com e www.vivaticket.it

Call center Vivaticket: 892234


 
 

[01-12-2017]

 
Lascia il tuo commento