Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

La "vita meravigliosa" di Carlo Buccirosso

al Teatro Eliseo fino al 6 gennaio

                                                                                         di Nunzia Castravelli

Dopo quasi vent’anni Carlo Buccirosso torna al Teatro Eliseo con uno spettacolo da lui scritto e diretto: La vita è una cosa meravigliosa, in scena fino al 6 gennaio. Sul palco con lui: Peppe Miale, Mario Porfito, Irene Grasso, Antonella Morea, Maria Del Monte, Serenella Tarssitano, Giordano Bassetti, Sergio D'Auria e Davide Marotta.

 Buccirosso veste i panni di Mario Bonocore,  capotreno di inter city notturni, depresso e perseguitato dalla finanza che ha riscontrato delle irregolarità nei suoi conti bancari. L’uomo, ormai sull'orlo di un esaurimento, per cercare di risolvere i suoi problemi va a trovare le due sorelle ma, con grande rammarico,  scopre che sono divenute usuraie. Le due donne usando come paravanto l'affitto di stanze a giovani studenti, mascherano gli illeciti introiti derivati dal prestito di danaro. Quest'attività è stata ereditata da una delle due sorelle dal defunto marito Gargiulo, l’uomo odiato da Bonocore per la sua immoralità e che aveva provocato il suo allontanamento dalla famiglia. 

Nei giorni trascorsi in famiglia, Bonocore si rende conto che il suo tentativo di trovare dignità  e conforto tra le mura domestiche  è inutile, ormai vive in un mondo che ha smarrito i valori dell’anima, quelli che dovrebbero essere guida e certezza dell’esistenza. La famiglia e gli uomini che rappresentano lo Stato appaiono come fantasmi, in cerca di un’onestà ormai dispersa.





 
 

[21-12-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE