Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Rugby
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Rugby
 
 

Eccellenza: vittoria della Lazio, male le Fiamme Oro

La Lazio supera la capolista Viadana, i poliziotti crollano a Prato

Mantovani Lazio – Nell’ultimo match della stagione, di fronte al proprio pubblico la Mantovani Lazio batte Viadana all’ultimo secondo. I lombardi, certi del primo posto in classifica a prescindere dal risultato in terra romana, schierano qualche nome nuovo e fanno rifiatare alcuni giocatori in vista dei play off. La Lazio ha l'unico obiettivo di salutare bene i porpri tifosi. I biancocelesti hanno due punizioni nei primi minuti: ne va dentro una. Alla mezz’ora gli ospiti vanno in meta con Monfrino, Fenner trova i pali come li trova Rubini su punizione poco dopo. È il 32°, la Lazio si rimette davanti. Rubini ci riproverà al 35° ma senza fortuna. Il risultato non cambia fino alla fine della prima frazione: 6-5 per i biancocelesti. Al 49° la capolista si riporta in vantaggio con il piazzato di Fenner e al 60° Viadana trova anche la meta con Barbieri: è 6-15, una ventina di minuti da giocare. La Lazio mette insieme solo tre punti e sembra non potercela fare. L’ultimo sussulto però regala la vittoria ai romani: a tempo abbondantemente scaduto Bisegni realizza la meta, Rubini la trasforma ed è sorpasso. La Mantovani Lazio vince 16-15 e chiude l’annata al settimo posto, superando le Fiamme Oro.

Fiamme Oro – Al “Chersoni” di Prato i toscani travolgono le Fiamme Oro. Finisce 55-13, la partita dura giusto un quarto d’ora. Il XV mandato in campo da coach Presutti è pieno di novità: torna Cocivera, c’è Mammana al posto di Sutto e Damiano lascia spazio a Maestri. In mediana va la coppia Calandro-Marinaro (Benetti in panchina). Non ci sono Valcastelli e Vedrani. “Arriviamo a questa partita un po’ stanchi dopo una stagione intensa e con qualche infortunio di troppo” aveva ammesso Pasquale Presutti. Tutto vero. Risultato: un match che dura pochissimo e otto mete sul groppone. Le mete del Prato arrivano subito: Majstorovic, due volte Siale, Ruffolo. Tutto in meno di venti minuti. Il primo tempo si chiude sul 33-3. Riprende la partita e riprendono le marcature dei toscani: subito Majstorovic, e poi McCann, Tempestini, c’è il poker personale di Siale che sarà Man of the Match. Le Fiamme Oro trovano due mete sul finale. Finisce con un pesante 55-13 che però non fa male. Per le Fiamme Oro è un arrivederci all’anno prossimo. Ancora qui, nel campionato d’Eccellenza.

Le altre – Al “Nando Capra” di Noceto lo scontro salvezza tra Crociati e L’Aquila finisce 13-9. E non basta. Servirà uno spareggio. I Crociati approcciano male la gara: tesi e imprecisi, subiscono la concentrazione dell’Aquila che specula sugli errori avversari. Al primo affondo però i Crociati vanno in meta. È una partita spigolosa, la posta in palio è alta, c'è tanto nervosismo. Le accelerazioni dei padroni di casa fanno sempre male, L’Aquila raccoglie punti solo dalla piazzola. Il primo tempo si chiude sul 13-9. Nella seconda frazione il ritmo si impenna ma il risultato non cambia. L’Aquila fa di più ma non riesce a sfondare. Sabato prossimo le due squadre si incontreranno di nuovo. E sabato andranno in scena anche le partite d’andata dei play off: Viadana-Mogliano e Calvisano-Prato.
Al Memo Geremia, il Padova si toglie la soddisfazione di battere proprio il Mogliano. Le due mete dei padroni di casa sono sufficienti a chiudere avanti 12-3 la prima partedel match. Alla fine le segnature del Petrarca saranno sei. Mogliano esce sconfitto 36-3 ma il suo campionato continua. Ed è quel che conta. Sabato sfideranno la capolista Viadana.
Domenica toccherà invece a Prato e Calvisano. I lombardi contro Reggio devono fare a meno di alcuni infortunati (Morelli, Marcato) e danno un turno di riposo a giocatori sempre presenti: ma la vittoria arriva lo stesso. Il Calvisano punge spesso e fa tre le mete nel primo tempo. Reggio però non sta a guardare: si va negli spogliatoi sul 19-17. La meta di Visentin al 43° dà serenità al Calvisano. I gialloneri dilagano segnando ancora. Risultato finale 53-17.
Non c'è niente in palio tra San Donà e Rovigo. A vincere sono i padroni di casa 27-22. La prima meta è per il San Donà con Flynn. Ed è anche l’unica di un primo tempo che i rossoblu chiudono in vantaggio sul 10-12 grazie alla precisione di Basson. Il secondo tempo vede il Rovigo che si fa riacciuffare due volte e si fa superare negli ultimi minuti.

Eccellenza - ultima giornata
Petrarca Padova - Marchiol Mogliano 36-3
Mantovani Lazio - Rugby Viadana 16-15
Crociati Rugby - L'Aquila Rugby 13-9
Three San Donà - Vea-FemiCZ Rovigo 27-22
Estra I Cavalieri Prato - Fiamme Oro Roma 55-13
Cammi Calvisano - Rugby Reggio 53-17

Classifica finale
Viadana 86 ; Cammi Calvisano 84 ; Estra I Cavalieri Prato 83 ; Marchiol Mogliano 71 ; Petrarca Padova 69 ; Vea-FemiCZ Rovigo 62 ; Mantovani Lazio 42 ; Fiamme Oro Roma 41 ; M-Three San Donà 36 ; Rugby Reggio 31 ; L'Aquila Rugby 16 ; Crociati Rugby 16

Antonio Scafati

[04-05-2013]

 
Lascia il tuo commento