Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Rugby
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Rugby
 
 

Eccellenza: perdono Lazio e Fiamme Oro

Romane sconfitte da Mogliano e Crociati

Le romane – A Noceto, le Fiamme Oro vengono battute dai Crociati. Domina a lungo l’equilibrio, la partita si risolve solo negli ultimi minuti. I poliziotti sono subito in inferiorità numerica: al 4° minuto l’ala De Gasperi viene sanzionata con un cartellino giallo. Ma i dieci minuti passano senza danni, per i romani, tanto che sono proprio i poliziotti ad andare in vantaggio: è il 16°, Benetti centra i pali su calcio di punizione. I Crociati, ultimi in classifica e alla ricerca di punti salvezza, pareggiano i conti al 25° con Violi. Tre minuti dopo Benetti si presenta ancora alla piazzola ma l’ovale va a finire sul palo. Sul finire del primo tempo le Fiamme Oro sono di nuovo in quattordici uomini: giallo a Massaro, Violi ne approfitta per calciare la punizione del 6-3 ma non è l’ultima emozione del primo tempo perché Benetti pareggia i conti. È 6-6 all’intervallo. A inizio ripresa i Crociati cercano insistentemente il varco giusto ma il punteggio non cambia fino al 56° quando i padroni di casa trovano la meta con Marazzi. Le Fiamme oro pareggiano al 62° con Viceré ma sono i Crociati ad avere il colpo di reni vincente: i padroni di casa segnano nel finale e vincono 20-13. Per i Crociati è il primo successo stagionale.

Al Giulio Onesti la Mantovani Lazio viene battuta dal Mogliano. Partita equilibratissima soprattutto nel primo tempo. A inizio ripresa, poi, i veneti accelerano e ottengono un risultato fondamentale. Sono i biancocelesti a trovare i primi punti di giornata: Gerber su punizione al 2° fa 3-0. Il Mogliano, in piena corsa play off, colpisce poco dopo: 5° minuto, la meta è di Nathan. La Mantovani Lazio regge bene il confronto e si riporta avanti poco prima del quarto d’ora quando il pilone Panico conclude in meta il lavoro della mischia. Al Giulio Onesti la partita è frizzante, ci si diverte, non mancano le mete e non mancano i controsorpassi. Al 20° il Mogliano è di nuovo avanti grazie alla meta di Padovani. La Lazio arriva fino in fondo al 35° con Oliviero Fabiani. Gerber e Fadalti si sfidano dalla piazzola e all’intervallo il tabellone dice 14-15: il match è avvincente. A inizio ripresa arrivano gli episodi decisivi: Fadalti allunga sul 14-18 e poi Nathan sigla la sua doppietta. Il Mogliano scatta in avanti e al 51° fa calare il sipario sul match: quarta meta di giornata, la segna Costa Repetto, Fadalti trasforma e porta i suoi sul 14-32. La partita finisce di fatto qui, anche se la Lazio attacca fino all’ultimo. Finisce 24-32. I biancocelesti restano al palo, il Mogliano sale al quarto posto in classifica. Se il campionato finisse oggi i veneti sarebbero nei play off.

Le altre – Rovigo supera agevolmente L’Aquila: al Battaglini finisce 67-3. Veneti subito in meta con Bacchetti, Lubian ne firma due tra il 25° e il 29°, Basson allunga dalla piazzola e si va all’intervallo sul 22-3. Nella seconda frazione i rossoblu dilagano colpendo a ripetizione: entrano nel tabellino Van Niekerk (due volte), Mahoney, Folla, Basson, Pavanello e Duca.
Il San Donà supera Reggio. All’11° Vaki si fa ammonire, il San Donà resta in quattordici ma non si fa mettere sotto e al 20° va in meta con Brussolo. Alla mezz’ora altra meta dei padroni di casa a cui risponde Mannato sul finire del primo tempo. A inizio ripresa il ping pong non cambia: a Rorato risponde Malneek. Poi, però, il San Donà mette la freccia e chiude il match 41-17.
Padova cade a Prato e perde la quarta posizione in classifica a vantaggio del Mogliano. I toscani vanno avanti con la cannonata di Majstorovic da metà campo e le due punizioni di Patelli. Padova si rifà sotto allo stesso modo ma prima dell’intervallo subisce la meta di Nifo e quella di Majstorovic. I veneti segnano proprio prima dell’intervallo, al quale si va sul 21-11. Il secondo tempo è tutto dei toscani: segnano ancora Majstorovic e Patelli, la partita finisce 31-11. 
Viadana espugna il campo del Calvisano e torna in testa alla classifica. I padroni di casa dominano gran parte della prima frazione ma hanno la colpa di raccogliere solo nove punti (tre punizioni su quattro). Viadana soffre a lungo, carbura lentamente, riemerge sul finale di tempo e va all’intervallo sul 9-6. Il secondo tempo sembra muoversi sugli stessi binari: Calvisano spreca e segna solo dalla piazzola, Viadana non riesce a manovrare e si affida al piede di Fenner. E così al 64° le due squadre si ritrovano sul 12-12. Lì comincia un’altra partita. Griffen fa tre punti dalla piazzola, Viadana aumenta il ritmo, trova il pareggio e poi anche il sorpasso: al 76° Fenner calcia da 60 metri e trova i pali. Finisce 15-18.

Risultati XX giornata
Crociati Parma - Fiamme Oro Roma 27-13
Mantovani Lazio - Marchiol Mogliano 24-32
Estra I Cavalieri Prato - Petrarca Padova 33-11
Vea-FemiCZ Rovigo - L'Aquila Rugby 67-3
M-Three San Donà - Rugby Reggio 41-17
Cammi Calvisano – Rugby Viadana 15-18

Classifica
Rugby Viadana 81 ; Cammi Calvisano 79 ; Estra I Cavalieri Prato 77 ; Marchiol Mogliano 67 ; Petrarca Padova 63 ; Vea Femi-Cz Rovigo 57 ; Fiamme Oro Roma 41 ; Mantovani Lazio 33 ; Rugby Reggio 32 ; M-Three San Donà 31 ; L’Aquila Rugby 10 ; Crociati Rugby 8

Antonio Scafati

[20-04-2013]

 
Lascia il tuo commento