Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Rugby
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Rugby
 
 

Eccellenza: bene Fiamme Oro, Lazio sconfitta

I biancocelesti cadono a Reggio, la squadra della Polizia batte Rovigo

Le romane – Le Fiamme Oro battono il Rovigo ribadendo la legge di ‘Ponte Galeria’: nella tana dei romani non è facile per nessuno, le grandi hanno sempre faticato, molte hanno lasciato punti importanti, qualcuna è caduta. Al Rovigo non vengono fatti sconti.
Lo 0-0 resta sul tabellone a lungo. Devono trascorrere quasi venti minuti prima che l’equilibrio si rompa. È Benetti a firmare dalla piazzola i primi punti di giornata. Basson pareggia allo stesso modo sei minuti dopo. Alla mezz’ora però le Fiamme Oro sono di nuovo avanti 6-3, punteggio col quale si va al riposo. Nel secondo tempo Rovigo sostituisce diversi uomini ma concede anche alle Fiamme Oro l’opportunità di segnare ancora: Benetti non si fa pregare. Basson risponde quando può. Tra il mediano di mischia dei padroni di casa e l’estremo rossoblu la sfida è serrata. A spuntarla è Benetti che al 75° e al 78° si presenta ancora al tiro centrando i pali. Sul tabellone compare il 15-6 che non cambierà più. Le Fiamme Oro conquistano una vittoria prestigiosa e condannano il Rovigo a rimanere fuori dalla zona play off. I rossoblu tornano a mani vuote in Veneto: Mogliano e Padova sono ormai troppo distanti.

La Mantovani Lazio esce sconfitta dal campo del Rugby Reggio: i padroni di casa si impongono 28-23 al termine di una partita che li ha visti andare in vantaggio e poi sotto e alla fine rimontare. Il pomeriggio dei biancocelesti comincia col piede sbagliato. Al 3° minuto la Lazio si ritrova in quattordici uomini a causa del cartellino giallo sventolato ai danni di Ventricelli. La meta del Reggio complica le cose: minuto numero 4, Fontana va fino in fondo. Mantovani non trova i pali dalla piazzola. Molto più preciso è Gerber che nel giro di pochi minuti è preciso per due volte. Al 13°, poi, la meta della Lazio: segna Lo Sasso, Gerber aggiunge i due punti. Passano dieci minuti e il copione di ripete con gli stessi interpreti: meta dell’estremo biancoceleste, trasformazione del centro. Il Reggio accorcia sul finire del primo tempo con Castagnoli ed effettua il sorpasso nel secondo tempo, quando Scalvi schiaccia l’ovale in meta. Il Reggio sostituisce Rizzelli, Pulli e Bigi e a tre minuti dal termine mette a segno il gancio che manda ko la Lazio: la meta che decide il match è firmata di nuovo da Scalvi. A tempo quasi scaduto Gerber calcia tra i pali l’ovale che consegna ai biancocelesti il punto bonus difensivo.

Le altre – Padova batte in casa i Crociati. I veneti sono subito in meta con Bettin. Passa un quarto d’ora e arriva la seconda marcatura di giornata. I giochi sono fatti già a fine primo tempo, quando arriva la quarta meta. I Crociati segnano due volte a inizio ripresa, poi tornano a subire la pressione dei padroni di casa che chiudono il match con un largo 52-19.
Il Marchiol Mogliano regola il San Donà e continua la sua rincorsa alla quarta posizione. I veneti vanno in svantaggio ma raddrizzano in pochi minuti la partita chiudendo il primo tempo con la meta di Nathan che fa lievitare il punteggio sul parziale di 27-10. Nella seconda frazione i Mogliano segna ancora con Fadalti (precisi i suoi calci di punizione) e Steyn. Per il San Donà c’è la meta di Flynn, inutile ai fini della classifica. Finisce 40-17.
Calvisano vince a L’Aquila. I lombardi si impongono 6-59. I gialloneri vanno subito a segno con Erasmus, raddoppiano con Frapporti e sono a cinque mete già alla fine del primo tempo. Nella seconda frazione il Calvisano va ancora a segno: apre Vunisa e chiude Visentini. 
Nel big match tra Viadana e Prato è subito spettacolo: alla meta di Pavan risponde Bernini. Il Viadana raddoppia al 20° con Padrò, uno degli uomini più temuti dai toscani. Frati e Apperley portano acqua ai propri mulini calciando punizioni ma nel frattempo il cronometro corre e il Viadana allunga: 20-8 a metà secondo tempo. Ma tutto deve ancora succedere: Prato si riporta sotto con la meta di Majstorovic e i due piazzati di Patelli. Viadana risponde con la punizione di Fenner. Siale al 78° supera la difesa lombarda ma dopo quattro di recupero ancora Fenner dalla piazzola effettua il decisivo controsorpasso. Finisce 26-24.

Risultati XIX giornata
Rugby Reggio – Mantovani Lazio 28-23
L’Aquila Rugby – Cammi Calvisano 6-59
Marchiol Mogliano – M-Three San Donà 40-17
Fiamme Oro Roma – Vea-FemiCZ Rovigo 15-6
Petrarca Padova – Crociati Rugby 52-19
Rugby Viadana – Estra I Cavalieri Prato 26-24

Classifica
Cammi Calvisano 73 ; Rugby Viadana 77 ; Estra I Cavalieri Prato 72 ; Petrarca Padova 63 ; Marchiol Mogliano 62 ; Vea Femi-Cz Rovigo 52 ; Fiamme Oro Roma 41 ; Mantovani Lazio 32 ; Rugby Reggio 31 ; M-Three San Donà 27 ; L’Aquila Rugby 10 ; Crociati Rugby 4

Antonio Scafati

[13-04-2013]

 
Lascia il tuo commento