Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

F1, Rosberg centra la prima. Ferrari in affanno, fuori Vettel

Podio completato da Ricciardo e Magnussen. Alonso quinto, Raikkonen ottavo

Nico Rosberg(Mercedes) si aggiudica il primo gran premio stagionale della nuova era della Formula 1. Sul tracciatato australiano di Melbourne il tedesco precede la Red Bull di Ricciardo, alla sua prima gara con la scuderia austriaca, e il debuttante Magnussen sulla McLaren. Dura solo pochi giri la gara di Hamilton, che partiva dalla pole, e Vettel. Entrambi costretti al ritiro nel corso del quarto e quinto giro per problemi tecnici. Fuori dal podio la seconda McLaren di Button che precede la prima Ferrari, quella di Alonso. Una gara senza acuti per lo spagnolo che si deve accontentare dei primi dieci punti in classifica ma con un distacco preoccupante dalla Mercedes di Rosberg. Sesta è la Williams di Valterri Bottas che ha preceduto la Force India di Nico Hulkenberg. Ottava la Ferrari di Kimi Raikkonen davanti alla Toro Rosso di Jean Eric Vergne e al compagno di squadra Daniil Kvyat. Fuori al primo giro Massa. Il brasiliano, al debutto sulla Williams, è stato coinvolto in un incidente al via causato dal giapponese Kobayashi.

"È stata una giornata fantastica, sono al settimo cielo, vedere una Mercedes così straordinaria sembra irreale". Nico Rosberg sorride e saluta tutti ringraziando il suo team per avergli regalato una Mercedes così forte nel Gp d'Australia. "È stato il miglior inizio di stagione che potessimo avere, siamo stati dominanti". «Ora dobbiamo però migliorare molto perchè i nostri avversari non dormiranno, ci prepariamo per la Malesia".

"È andata bene per i 10 punti in più su Vettel ed Hamilton, ma 35 secondi da Rosberg sono troppi. È stata una gara molto strana - ammette lo spagnolo della scuderia di Maranello - e molto difficile per noi, la Malesia è la seconda tappa, siamo una grande squadra e dobbiamo migliorare".

Vincenzo Samà

[16-03-2014]

 
Lascia il tuo commento