Giornale di informazione di Roma - Domenica 04 dicembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Tunnel biancoceleste, si spengono le luci

Due errori di Mauricio spianano la strada ai bianconeri: autogoal di Gentiletti e rete di Dybala. Pioli traballa, ma la societā continua a temporeggiare.

Doveva essere la partita della svolta, è stata la partita delle conferme, purtroppo negative. La Lazio rimedia la quinta sconfitta in sei gare, cedendo in casa all'urto di una Juventus in ripresa. Match piatto e senza troppe emozioni, simile a quello di Supercoppa, ma a tempi invertiti.

LA PARTITA - Pioli sceglie Kishna al posto di Anderson, in attacco Klose e Milinkovic. Dopo un destro di alleggerimento di Candreva al 7' la Lazio va subito sotto: disimpegno maldestro di Mauricio, Dybala spara di sinistro a centro area e Gentiletti infila la sua porta nel tentativo di anticipare Mandzukic. I biancocelesti reagiscono a fatica, Radu priva a girare di testa ma manca di molto il bersaglio grosso. I bianconeri rimangono guardinghi e si accontentano del vantaggio, ma i padroni di casa ce la mettono tutta per far sì che il match si chiuda subito. Mauricio sbaglia di nuovo, stavolta respingendo corto un pallone da stoppare e lanciando Mandzukic: il croato serve Dybala che calcia da fuori area, Marchetti è in ritardo e il 2 a 0 è cosa fatta. Il primo tempo non dice molto altro, restano i fischi dei pochi tifosi biancocelesti accorsi all'Olimpico.

La ripresa vede in campo Anderson e Keita, ma lo spettacolo non cambia. Il match si trasforma in una noiosa esibizione tra una squadra in controllo e una più nervosa che incattivita. Milinkovic continua a sbagliare appoggi e conclusioni, al suo posto entra Matri. Solo all'86' la Lazio riesce a mettere un suo uomo davanti alla porta: Klose si fa rimontare e per Buffon non ci sono problemi. Ancora qualche cambio per la Juventus, poi Banti mette fine alla contesa, coi tifosi bianconeri che festeggiano e quelli biancocelesti che lasciano sconsolati lo stadio.

Altra prova senza anima della Lazio, squadra ormai allo sbando, che sembra aver tirato i remi in barca addirittura sei mesi prima della fine del campionato. L'esperimento sociale della società, ovvero lasciare un allenatore solo da settimane, in balìa di un gruppo di calciatori senza troppa personalità, si sta spingendo oltre e rischia di trasformare la stagione della Lazio da anonima a disastrosa. Il cambio di allenatore non pare così scontato, nonostante un ruolino di marcia recente a dir poco imbarazzante. Alla dirigenza ormai non si chiedono più scelte illuminate o particolarmente intelligenti, ma, arrivati a questo punto, addirittura scontate: in qualsiasi società professionistica di qualsiasi sport di squadra nel mondo la scossa sarebbe arrivata da tempo, senza stare troppo a pensare alle conseguenze economiche. Ma la Lazio invece continua ad aspettare ad oltranza, convinta che perdere una stagione, o due, non sia poi così sconvolgente. Tra i tifosi, stremati, serpeggia l'indifferenza, la squadra ha ormai, colpevolmente, mollato. Il quadro è deprimente e neanche così inaspettato: si spera nel miracolo di una ripresa, ma la voglia di pregare è finita da tempo.

Valerio Lazzari

Lazio-Juventus 0-2

Marcatori: 7' aut. Gentiletti (L), 32' Dybala (J)

 

 

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Radu; Biglia, Parolo; Candreva (46' Felipe Anderson), Milinkovic (69' Matri), Kishna (46' Keita); Klose.

A disp. Berisha, Guerrieri, Braafheid, Konko, Hoedt, Cataldi, Djordjevic.

All. Stefano Pioli

 

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Sturaro, Marchisio, Asamoah (69' Evra), Alex Sandro; Mandzukic (82' Morata), Dybala (80' Cuadrado). 

A disp. Neto, Rubinho, Rugani, Lemina, Padoin, Vitale, Zaza.

All. Massimiliano Allegri

 

ARBITRO: Banti (sez. Livorno). ASS.: Costanzo- Barbirati. IV: De Luca. ADD.: Orsato-Celi

 

NOTE. Ammoniti: 15' Gentiletti (L), 26' Mandzukic (J), 37' Mauricio (L), 45+3' Radu (L), 60' Parolo (L), 68' Alex Sandro (J), 75' Evra (J), 83' Klose (L)

Recupero: 3' pt; 4' st.

[04-12-2015]

 
Lascia il tuo commento