Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Lazio, primavera livornese: č volata Europa League

Mauri e Candreva stendono gli amaranto. Biancocelesti al sesto posto con Torino e Verona, nel prossimo turno scontro diretto con gli scaligeri.

Il 2 a o della Lazio al Picchi di Livorno tiene vive le speranze di qualificazione in Europa per gli uomini di Reja, che escono rinfrancati dalla sfida con i toscani, in piena lotta per non retrocedere. Partita molto più semplice di quello che si pensava alla vigilia, anche grazie alla pochezza degli uomini del rientrante Nicola, incapaci di creare grattacapi ad una Lazio in piena emergenza.

LA PARTITA - Difesa inedita per Reja: Pereirinha, Ciani, Cana e Lulic. Confermato Onazi accanto a Biglia e Ledesma, ancora "finto nueve" in attacco, con Mauri, Keita e Candreva. Il primo squillo è di Candreva, in diagonale, ma la sua conclusione finisce lontanto dai pali di Bardi. Risponde al 12' Biagianti: Berisha si deve allungare sulla sua destra per evitare il peggio e nello slancio finisce per sbattere contro il palo. Al 15' però la Lazio mette la freccia: cross di Lulic, piattone da posizione defilata di Mauri che trova la porta e l'incerto Bardi, goffo nel tentativo di bloccare la girata del giocatore biancoceleste. Greco impegna ancora Berisha, un minuto dopo è Biglia a sfiorare l'eurogoal da fuori area. L'argentino al 45' perde un pallone sanguinoso e costringe Ciani ad un intervento miracoloso sulla discesa di Siligardi.

La Lazio rientra in campo nella ripresa decisa a chiudere il match e dopo cinque minuti riesce nel suo intento: batti e ribatti in area, la sfera finisce a Pereirinha che dal fondo appoggia dietro per Mauri, il tiro di prima intenzione del capitano laziale sbatte sul braccio destro di Rinaudo, comunque aderente al corpo. De Marco concede il rigore, sui quali rimangono molti dubbi, e Candreva lo realizza senza esultare, omaggiando il suo passato livornese. Il dodicesimo goal del centrocampista laziale, record nel suo ruolo nella speciale classifica cannonieri biancoceleste chiude virtualmente la partita. Keita inizia il suo show, attirando sguardi e calcioni avversari, lo spagnolo e Onazi vanno vicini al tris, al 67' una chiamata errata dell'assistente di linea ferma un contropiede laziale, con Keita, sempre lui, che scatta tre metri buoni prima della linea di centrocampo. C'è spazio anche per Felipe Anderson, che all'83' va vicino al goal, fermato solo da Bardi. Ultimi minuti che hanno poco da dire, tre punti alla Lazio, Livorno vicinissimo alla retrocessione.

Perdono Milan e Parma e la Lazio, come le altre pretendenti all'unico posto disponibile per la prossima Europa League, rientra in gioco. Lazio pimpante e cattiva quella vista all'Armando Picchi, una squadra che, seppur in piena emergenza, riesce a mettersi sul piano del Livorno e a far valere la maggiore caratura tecnica. Ciani, Pereirinha, Cana e Onazi tra i migliori, a conferma che ci si può affidare a certi giocatori in partite del genere, ma risulterebbe impossibile ambire a traguardi più ambiziosi se si finisse per considerarli titolari, anche solo per il 50% della stagione. Nella prossima annata la Lazio avrà bisogno di certezze: la qualificazione in Europa League potrebbe essere la prima. Se rimanesse l'unica sarebbe un peccato e una triste conferma allo stesso tempo.

Valerio Lazzari


LIVORNO-LAZIO 0-2 

Marcatori: 15' Mauri, 51' Candreva

LIVORNO  - Bardi; Valentini (79' Bruzzi), Emerson, Rinaudo; Mesbah, Duncan, Biagianti, Greco (53' Belfodil), Castellini (63' Piccini); Siligardi; Paulinho.  Allenatore: Nicola
A disposizione: Aldegani, Anania, Gemiti, Tiritiello, Coda, Benassi, Mosquera, Bartolini, Borja



LAZIO - 
Berisha; Pereirinha, Ciani, Cana, Lulic; Onazi (71' Gonzalez), Ledesma, Biglia; Mauri; Candreva (81' Felipe Anderson), Keita(88' Perea). Allenatore: Reja.
A disposizione: Strakosha, Guerrieri, Biava, Serpieri, Cavanda, Crecco, Minala, Kakuta

 

ARBITRO: Andrea De Marco (sez. Chiavari)

ASSISTENTI: Giachero, Liberti

IV UOMO: Crispo

ADD: Giacomelli, Aureliano

Note: Ammoniti Rinaudo, Bardi,Mesbah, Pereirinha
Recupero: 1' pt, 4' st

 

[27-04-2014]

 
Lascia il tuo commento