Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

La Lazio non molla, verdetto europeo all'ultima giornata

Goal di Floccari e cucchiaio su rigore di Candreva per il 2 a 0 contro la Samp. L'Udinese batte l'Atalanta e resta quinta, ultima decisiva giornata per decidere chi entrerā in Europa.

La Lazio supera senza particolari difficoltà l'ostacolo Sampdoria e mantiene intatto il distacco sull'Udinese, vittoriosa in rimonta in casa contro l'Atalanta. Ora saranno le ultime due decisive sfide, Cagliari-Lazio e Inter-Udinese, a decidere i destini europei delle due compagini, con la Roma leggermente indietro soprattutto per una questione di scontri diretti.

LA PARTITA - S'inizia con il giro di campo di Christian Brocchi, che ha annunciato in settimana l'addio al calcio dopo il brutto infortunio contro il Genoa. Si passa velocemente dagli occhi lucidi pre-partita al doppio urlo dell'Olimpico per il vantaggio atalantino e per il goal di Floccari, quasi contemporaneo, di ginocchio in spaccata su spizzata di Klose da calcio d'angolo. Siamo al 10' e tredici minuti dopo l'attaccante laziale avrebbe modo di ripetersi e chiudere il match, ma finisce per sparare a lato facendosi ipnotizzare da Da Costa. Si entra così nella fase "sbadigli", dalla quale si è risvegliati solo grazie al suono sordo della traversa colpita da Icardi al 40'.

La ripresa non offre certo uno spettacolo migliore della prima frazione e appena all'Olimpico arriva la notizia del 2 a 1 dei friuliani il match entra in un'epocale fase catatonica, leggermente movimentata dai cori goliardici dei tifosi biancocelesti. All'82' solita occasione clamorosa per Floccari, ancora allergico ai goal facili. Poi, dopo qualche piccolo brivido in area laziale, arriva il 2 a 0 su rigore di Candreva, a tempo quasi scaduto.

Partita di fine stagione all'Olimpico, con una Samp volenterosa ma poco incisiva. La Lazio rimane aggrappata quindi al treno europeo e spera in un passo falso dell'Udinese a Milano, penultima chance per entrare in Europa e per mettersi dietro, almeno per una volta, gli eterni avversari bianconeri. L'ultima chance, che rischia di diventare un'ultima spiaggia, sarà ovviamente il derby di Coppa Italia tra due settimane. Arrivare alla stracittadina con la qualificazione in tasca e con una forma fisica tutto sommato accettabile, potrebbe rappresentare un grosso vantaggio in termini di fiducia e consapevolezza dei propri mezzi. Manca veramente poco per poter finalmente dare un voto alla stagione della Lazio, il 26 Maggio, in tarda serata, avremo vincitori e vinti, eroi e vittime sacrificali, scelte azzeccate e sbagli evitabili e tutto sarà, finalmente, più chiaro. 

Valerio Lazzari


LAZIO-SAMPDORIA 2-0

Marcatori: 10' Floccari (L), 94' Candreva (L) rig.

 Lazio (4-4-2): Marchetti; Gonzalez, Biava, Cana, Radu (63' Dias); Candreva, Onazi, Hernanes (51' Ledesma), Lulic; Floccari (87 Kozak), Klose.

In panchina: Bizzarri, Guerrieri, Stankevicius, Crecco, Kozak, Rozzi, Saha. All. Petkovic


Sampdoria (3-5-2): Da Costa; Mustafi, Gastaldello, Rossini; Rodriguez, Munari (60' Renan), Maresca, Poli (71' Obiang), Poulsen (46' Berardi); Sansone, Icardi.
In panchina: Berni, Romero, Palombo, Castellini, De Silvestri, Estigarribia, Soriano, Eder, Maxi Lopez. All. Rossi

Arbitro: Andra Romeo (sez. Verona)
Assistenti: Faverani, Vuoto
IV Uomo: Costanzo
ADD1: Russo
ADD2: Merchiori
Note: Espulsi: Renan. Ammoniti Rodriguez (S), Maresca (S), Floccari (L), Mustafi (S)
Recupero: 1' pt, 4' st

[12-05-2013]

 
Lascia il tuo commento