Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Klose ne fa cinque e sveglia la Lazio: goleada al Bologna

Cinquina da record del tedesco e prodezza di Hernanes. Settimana decisiva per la corsa europea, mercoled́ Inter a Milano e sabato Samp in casa.

La Lazio torna alla vittoria grazie ad una prestazione sontuosa del suo uomo simbolo, quel Miroslav Klose che interrompe la lunga astinenza da goal con un'abbuffata storica: l'ultima cinquina in Serie A risale a venticinque anni fa e a siglarla fu Pruzzo. Il 6 a 0 finale è un'iniezione di fiducia importante in vista delle ultime quattro partite stagionali.

LA PARTITA - Visti i contemporanei infortuni di Mauri ed Ederson, Petkovic è costretto a schierare due punte, Floccari e Klose, supportate da Hernanes e Ledesma in cabina di regia e da Candreva e Lulic sulle fasce. Bologna praticamente salvo che gioca a viso aperto e lascia spazi. Dopo venti minuti la Lazio sfonda: Candreva incrocia di destro, Stojanovic respinge sui piedi di Klose che da pochi passi non fallisce. Il vantaggio esalta i biancocelesti, al 30' Hernanes si sistema la palla sul destro e lascia partire un tiro spettacolare che colpisce la traversa e s'insacca in rete. Tra il 35' e il 38' Klose aumente il suo bottino e prima sfrutta l'assist di Lulic per il 3 a 0, poi scarta il cioccolatino di Konko per la tripletta personale e il 4 a 0 parziale che conclude la prima frazione.

Ripresa a ritmi bassi, gli unici a cambiare passo sono ancora Candreva e Klose, che confezionano al 50' il quarto goal del tedesco: cross al bacio del laterale azzurro e incornata vincente del capocannoniere biancoceleste. Al 60' anche Floccari si trasforma in assist-man per lo scatenato compagno di squadra e permette a Klose di siglare la storica cinquina personale che abbatte definitivamente il Bologna e fissa il risultato finale sul 6 a 0. C'è tempo per l'ingresso di Pereirinha e Saha, con relativa standing ovation per l'assoluto protagonista di giornata che lascia il campo tra gli applausi.

Tre punti meritati che permettono alla Lazio di rimanere aggrappata al treno Europa League e danno ossigeno in vista del rush finale. Ovviamente non c'è da esaltarsi, sia per le poche motivazione dei rossoblu, ormai in vacanza, sia per una zampata d'orgoglio che arriva quando potrebbe essere ormai tardi per staccare il biglietto europeo, almeno attraverso il posizionamento in campionato. Note positive arrivano dalla forma generale dei superstiti, concentrati e decisi come raramente si è visto in questo girone di ritorno, e dalla ritrovata vena di Klose, oggi semplicemente mostruoso, unico vero giocatore insostituibile della compagine capitolina. La fiamma biancoceleste è ancora viva, finché c'è Miro c'è speranza.

Valerio Lazzari


LAZIO-BOLOGNA 6-0

Marcatori: 21' Klose (L), 31' Hernanes (L), 36' Klose (L), 39' Klose (L), 50' Klose (L), 60' Klose (L)

Lazio (4-4-2): Marchetti; Konko, Cana, Dias, Radu; Candreva (63' Pereirinha), Ledesma, Hernanes, Lulic; Floccari (73' Gonzalez), Klose (67' Saha).
In panchina: Bizzarri, Scarfagna, Stankevicius, Ciani, Onazi, Crecco, Kozak, Rozzi. All. Petkovic


Bologna (4-2-3-1): Stojanovic; Garics, Sorensen, Antonsson, Abero; Perez (52' Christodoulopoulos), Taider (46' Guarente); Kone, Gabbiadini, Diamanti; Gilardino (52' Krhin).
In panchina: Agliardi, Carvalho, Naldo, Natali, Motta, Pazienza, Riverola, Pasquato, Moscardelli. All. Pioli

Arbitro: Andra De Marco (sez. Chiavari)

Assistenti: Viazzi, Liberti
IV Uomo: Rubino
ADD1: Celi
ADD2: Fabbri
Note: Ammoniti Lulic (L), Abero (B), Kone (B), Guarente (B)
Recupero: 2' pt, 2' st

[05-05-2013]

 
Lascia il tuo commento