Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Marchetti č il solito muro, Mauri non perdona: pareggio pesante della Lazio a Torino

Pareggio per 1 a 1 nella semifinale d'andata allo Juventus Stadium. Al vantaggio di Peluso risponde il capitano laziale. Ritorno tra una settimana.

Per la seconda volta consecutiva la Lazio esce imbattuta dalla tana della capolista. Contro la Juventus è ancora una volta pareggio, un 1 a 1 che regala un piccolo vantaggio in vista del ritorno della semifinale di Coppa Italia che avrà luogo tra sette giorni, allo stadio Olimpico di Roma. Biancocelesti convincenti nel primo tempo, in netto calo nella ripresa, salvati solo dal solito Marchetti superlativo, un vero incubo per i bianconeri.

LA PARTITA - Molte assenza, da una parte e dall'altra. Petkovic si affida alla difesa a tre, sulle fasce Cavanda e Lulic, davanti il solo Floccari supportato da Mauri. Conte recupera Vidal ma è costretto a schierare diverse seconde linee, sia in difesa che a centrocampo. La Juve parte meglio, al 10' Pogba sfiora il terzo goal in tre giorni, più tardi è però Ciani, al 19', ad avere un'occasione di testa: il francese non si coordina bene e spedisce fuori. La Lazio prende coraggio e al 35' va vicinissima al vantaggio: Marrone inganna Storari che va a vuoto, Mauri s'inserisce in spaccata ma Barzagli chiude una diagonale da brividi a un centimetro dalla linea di porta, depositando in angolo. Si fa male Bonucci ed entra Caceres, Giaccherini sfrutta un errore di Lulic e ci prova da fuori. E' l'ultima azione del primo tempo, che si conclude sullo 0 a 0.

Inizia la ripresa e per la Lazio si spegne la luce. La Juventus trova estrema facilità nel lancio centrale a bucare la difesa e le occasioni fioccano. Matri al 55' prova il piattone al volo ed è solo un riflesso felino di Marchetti a negargli la gioa del goal. I biancocelesti non ripartono più, Ledesma e Hernanes scompaiono, Lulic arranca, il goal è questione di minuti. Al 63' Giaccherini crossa per Peluso che sale altissimo appoggiandosi su Lulic e infila Marchetti di testa. La Lazio fa acqua da tutte le parti, ci riprova Matri, poi è il turno di Vidal che prima colpisce il palo interno e non riesce a ribadire, poi scavalca di testa Marchetti che gli strozza l'urlo in gola con un colpo di reni all'indietro a smanacciare il pallone ormai destinato in rete. Il raddoppio non si concretizza e la Juve inizia a temere la reazione degli ospiti, che in effetti provano a prendere campo per un timido assalto finale. Ed è proprio sull'unica chance degna della ripresa di nota che la Lazio trova il pari: all'86' angolo del neo-entrato Candreva e tap-in vincente di Mauri per l'1 a 1 finale.

Ancora una volta la Lazio ha reagito con personalità ad una situazione difficilissima, andando a raddrizzare match e passaggio del turno dopo un secondo tempo giocato male e in continuo affanno. La sensazione è che la Lazio sia in calo, la speranza è che sia un calo naturale di metà stagione, per ricaricare le batterie in vista del rush finale tra coppe e campionato. I risultati comunque continuano ad arrivare e il morale rimane alto, anche in vista dell'anticipo pomeridiano di sabto contro il Chievo. La Lazio è chiamata a fare punti, possibilmente tre, contro i veronesi, per poi rituffarsi, anima e corpo, nel decisivo return match di Coppa di martedì sera in casa contro i bianconeri.

Valerio Lazzari

JUVENTUS-LAZIO 1-1

Marcatori: 63' Peluso (J),  87' Mauri (L)


 Juventus (3-5-2): Storari; Barzagli, Marrone, Bonucci (44' Caceres); Isla, Vidal, Pogba, Marchisio (77' Vucinic), Peluso (71' De Ceglie); Giaccherini, Matri.

In panchina: Rubinho, Gagliardini, Lichtsteiner, Rugani, Padoin, Pol Garcia, Kabashi, Schiavone, Beltrame. All. Conte

Lazio (3-5-1-1): Marchetti; Biava (83' Radu), Cana, Ciani; Cavanda, Gonzalez, Ledesma (69' Candreva), Hernanes (83' Brocchi), Lulic; Mauri; Floccari.
In panchina: Bizzarri, Carrizo, Scaloni, Zauri, Kozak, Rozzi. All. Petkovic.

Arbitro: Antonio Damato (sez. Barletta).
Assistenti: Di Fiore, La Rocca;
IV Uomo: Guida.

Note: Ammoniti Hernanes (L), Ciani (L)

Recupero: 3' pt, 3st.




[22-01-2013]

 
Lascia il tuo commento