Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Spalletti riparte male

1-1 con il Verona all'Olimpico, con reti di Nainggolan e Pazzini su rigore. Poche occasioni, tanti errori individuali.

Inizia maluccio, la seconda avventura di Luciano Spalletti sulla panchina della Roma. I giallorossi rimediano un brutto pareggio contro il Verona ultimo in classifica, dopo una prestazione più coriacea delle ultime ma altrettanto insufficiente. Era ampiamente prevedibile che il tecnico di Certaldo non potesse fare miracoli in appena tre giorni di allenamento, e sul risultato hanno comunque pesato tremendamente gli errori individuali, soprattutto di Castan e Dzeko.

PRIMO TEMPO – Spalletti scioglie le curiosità tattiche con Castan titolare al posto di Rudiger, Florenzi (come annunciato) esterno e, sorpresa, Nainggolan in posizione di trequartista e Pjanic di regista. Il modulo oscilla fra l'amato 4-2-3-1, un 4-4-2 spurio e, in alcune situazioni, addirittura una difesa a tre. Nel primo tempo i giallorossi faticano tantissimo a uscire dai credo di Garcia (ovvero il lungo possesso di palla) ed entrare in quello di Spalletti (verticalizzazioni più rapide). Al 18' è anzi il Verona a costruire la prima occasione, con Wszolek che penetra a destra, rientra e colpisce sul primo palo, con Szczesny pronto. Castan, che agisce in quella zona del campo, appare subito in difficoltà. Al 23' ottima verticalizzazione di De Rossi per Dzeko, che parte sul filo del fuorigioco ma si allunga il pallone. Nella seconda fase della prima frazione la Roma prova a intensificare la manovra, e nel finale ha due fiammate importanti. Prima Dzeko colpisce il palo su una palombella alzata da Nainggolan (sfortunato il bosniaco, in questa circostanza). Poi, al 40', gran giocata di De Rossi in area, che di tacco libera Nainggolan, e il belga batte Gollini in uscita e firma l'1-0. Il ninja svolgerà probabilmente la funzione di cursore ricoperta da Perrotta nel primo ciclo spallettiano.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con Delneri che inserisce Fares e Hallfredsson al posto di Emanuelson e Bianchetti, e soprattutto l'islandese mette in enorme difficoltà il centrocampo romanista nei primi minuti. Al 3' Szczesny è costretto a un intervento da distanza ravvicinata su conclusione di Wszolek. Al 5' grande azione di Rebic che conclude a giro di destro dal limite dell'area e colpisce il palo. La Roma prova a reagire, e al 9', su azione di corner, Salah colpisce di sinistro da centroarea e Gollini è bravissimo a deviare contro la traversa. Al 15' la svolta: Wszolek, per l'ennesima volta, mette in difficoltà la Roma sul versante destro, e in particolare supera Castan in velocità e viene steso in area dal brasiliano. E' rigore, trasformato da Pazzini. Poco dopo, il difensore viene sostituito da Rudiger. Nel finale, con Iago Falque al posto di Torosidis e Florenzi che torna in difesa, la Roma prova un generoso ma sterile forcing. Tuttavia, vanno segnalate almeno due occasioni, entrambe per Dzeko. Il bosniaco prima spara alto a tu per tu con Gollini su verticalizzazione di Pjanic, poi, nel recupero, stacca di testa su corner di Florenzi ma di nuovo non inquadra la porta.

L'esordio di Spalletti dimostra che il tecnico toscano avrà davvero tantissimo da lavorare. Qualcosa si è visto sul piano mentale, qualche traccia di cambiamento anche sul piano tattico, ma, considerata la modestia dell'avversario, la strada è in enorme salita.

 

Simone Luciani

 

Roma-Verona 1-1

ROMA: Szczesny; Torosidis (dal 38' st Iago), Manolas, Castan (dal 21' st Rudiger), Digne; Pjanic, De Rossi; Salah, Nainggolan, Florenzi; Dzeko. (Lobont, De Sanctis, Emerson, Gyomber, Marchizza, Vainqueur, D'Urso, Totti, Soleri, Sadiq). All. Spalletti.

VERONA: Gollini; Bianchetti (dal 1' srt Halfredsson), Moras, Helander; Sala, Greco, Ionita, Emanuelson (dal 1' st Fares); Wszolek (dal 38' st Gomez), Pazzini, Rebic. (Rafael, Coppola, Jankovic, Zaccagni, Riccardi, Wink, Cecchin). All. Delneri.

ARBITRO: Massa di Imperia.

MARCATORI Nainggolan (R) al 41' pt, Pazzini (V) al 16' st

NOTE: spettatori 30 mila circa. Ammoniti Sala e Greco.  

[17-01-2016]

 
Lascia il tuo commento