Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, che brutto pareggio

1-1 a Torino dopo una partita nulla sul piano offensivo. Decidono un errore di Padelli su punizione di Pjanic e un rigore inventato dall'addizionale.

Ennesima prova sconcertante della Roma, stavolta contro il Torino di Giampiero Ventura. I giallorossi riescono (caso assai raro nel calcio) a concludere il primo tempo con zero tiri in porta e/o fuori, specchio di una gara a dir poco incolore, contro una formazione granata a sua volta votata alla difesa a oltranza e al contropiede. A smuovere il risultato due episodi, ovvero un grave errore del portiere torinista Padelli e un rigore inesistente concesso ai padroni di casa da Damato (o meglio, dal suo addizionale). E' vero che l'errore arbitrale è arrivato proprio a fine partita e ha pesato tremendamente, ma è altrettanto vero che i giallorossi hanno espresso un gioco inguardabile.

PRIMO TEMPO – Garcia rischia Gervinho, appena rientrato dall'infortunio, con Dzeko e Iago Falque, mentre in difesa tornano Szczesny e Rudiger. Nei primi minuti le folate offensive del Torino sembrano sorprendere la difesa giallorossa. Al 4' Baselli affonda sulla sinistra e mette il pallone basso in area piccola, con Szczesny che compie un miracolo su Belotti da due passi. Subito dopo, Bruno Peres ci prova dai 25 metri e trova una deviazione di Digne che sfiora il sette della propria porta. Passata la paura, la Roma prende le misure almeno in difesa, ma oltre quello non va. E per tutto il primo tempo va in scena un lento, sterile e stucchevole possesso di palla che non porta mai i giallorossi al tiro, nemmeno dalla distanza. Così, c'è da segnalare “solo” la ricaduta di Gervinho, che al 24' lascia il campo dopo un allungo per Iturbe. L'ivoriano sarà dunque fuori nelle sfide decisive con Bate e Napoli.

SECONDO TEMPO – Il primo tiro in porta dei giallorossi arriva al 3', ed è una conclusione tutt'altro che irresistibile di Nainggolan dai 25 metri. Prima, una incontenibile progressione di Bruno Peres che arriva sul fondo partendo dalla propria metà campo, ma il suo cross è preda facile di Szczesny. La prima vera occasione da gol per la Roma arriva al 26', quando su cross di Florenzi Dzeko non inquadra la porta con un colpo di testa da distanza ravvicinata. La rete, a dir poco fortunosa, arriva al 38': un poco ispirato Pjanic mette in area un cross su punizione, Padelli va a vuoto e la palla finisce in rete. Garcia si copre subito con Torosidis al posto di Iago Falque. In contropiede, i giallorossi avrebbero l'opportunità del raddoppio: Dzeko si presenta a tu per tu con Padelli, ma da posizione defilata trova la sagoma del portiere. La linea difensiva arretra pericolosamente, e proprio nell'ultimo dei 4 minuti di recupero c'è la frittata: Rudiger sbaglia un facile controllo in area, Belotti sembra prendere il tempo a Manolas che interviene in scivolata, prendendo la palla. L'addizionale vede male e segnala il rigore, trasformato da Maxi Lopez.

Nel regno del nulla, il pareggio è il risultato più giusto. Ovvio che la Roma si senta in qualche modo penalizzata per l'episodio finale, che però per nessuna ragione deve diventare un alibi per una squadra che continua a mostrarsi fragile, disorganizzata e povera di idee.

 

Simone Luciani

 

Torino-Roma 1-1 

TORINO Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Bruno Peres, Acquah, Vives, Baselli (dal 24' s.t. Benassi), Molinaro (dal 41' s.t. Martinez); Quagliarella (dal 21' s.t. Maxi Lopez), Belotti (Castellazzi, Ichazo, Zappacosta, Gazzi, Jansson, Amauri, Prcic, Pryyma): All. Ventura.

ROMA Szczesny; Florenzi, Manolas, Rudiger, Digne; Pjanic, De Rossi, Nainggolan (dal 26' s.t. Vainqueur); Iago (dal 40' s.t. Torosidis), Dzeko, Gervinho (dal 25' p.t. Iturbe) (Lobont, De Sanctis, Castan, Keita, Gyomber, Emerson, Uçan, Di Livio, Sadiq). All. Garcia.

ARBITRO Damato di Barletta.

MARCATORI Pjanic (R) al 38', Maxi Lopez (T) su rig. al 49' s.t..

NOTE spettatori 20 mila circa, incasso non comunicato. Ammoniti: Pjanic, Bruno Peres, Nainggolan, Acquah e Florenzi.

[05-12-2015]

 
Lascia il tuo commento