Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma al piccolo trotto, ma passa a Frosinone

2-0 firmato Iago Falque e Iturbe: gara a ritmi bassi ma giallorossi cinici.

Non è stata una grande Roma, ma è bastata. Al Matusa di Frosinone i giallorossi si impongono per 2-0 con le reti di Iago Falque e Iturbe nei minuti conclusivi delle due frazioni di gioco. Gara a ritmi bassi, decisa soprattutto dal cinismo dei capitolini. Gli uomini di Stellone possono essere soddisfatti della prova e recriminare per un rigore non concesso.
PRIMO TEMPO - Rudi Garcia, come preannunciato, cambia formazione e modulo: in difesa esordio per Rudiger accanto a Manolas, centrocampo a due con Keita e De Rossi e finalmente fa il suo esordio in campionato Francesco Totti, alle spalle di Dzeko e fiancheggiato da Iago Falque e Gervinho. Nei primi minuti, subito un colpo per il centravanti bosniaco, che prosegue la gara con una fasciatura. Dall'altra parte problemi per Gucher, che qualche minuto più tardi lascerà il posto a Sammarco. All'11' grande occasione per Dzeko, che non trova l'impatto col pallone nell'area piccola su cross di Iago Falque. Al 17' testa di Keita su punizione di Florenzi, ma la palla sfila sul fondo. Al 28' risposta del Frosinone con Tonev, che trova un bolide dai 25 metri sul quale c'è la grande risposta di Szczesny. Il primo tempo vede la Roma costantemente sulla trequarti offensiva, ben presidiata però dal Frosinone. Al 40', quando il primo tempo sembra destinato a morire a reti inviolate, la svolta: fallo laterale di Digne (di nuovo interessante la sua prova), "buco" della difesa dei canarini e inserimento vincente di Iago Falque.
SECONDO TEMPO - Nella ripresa, il copione sembra invertirsi: è infatti il Frosinone a occupare con una certa costanza gli ultimi 30 metri, scontrandosi però col muro difensivo giallorosso. I padroni di casa sono pericolosi soprattutto dalla distanza, con un paio di buoni interventi (e un'incertezza) di Szczesny. I padroni di casa protestano, e a ragione, con Gervasoni, che non concede un calcio di rigore per un fallo di mano piuttosto evidente di Digne su cross di Rosi. Garcia si copre togliendo Dzeko e inserendo Nainggolan e cambiando Iago Falque con l'altra "freccia" Salah. Sorprende poi il cambio finale con Iturbe al posto di Totti, unico in grado di tenere palla e alleggerire la pressione, ma i fatti gli danno ragione. E' infatti nel finale che la Roma costruisce la maggior mole di gioco. Su azione di ripartenza, Florenzi colpisce la traversa con una bella conclusione. Al 3' di recupero è invece Iturbe che chiude l'incontro, con una galoppata di 35 metri, una serie di finte che mette fuori causa Diakité e una conclusione violenta di sinistro da due passi.
La Roma riesce dunque, alla vigilia del big match col Barcellona, a dare continuità, almeno nel risultato, alla vittoria colta con la Juventus. Sul piano del gioco, invece, si nota un piccolo passo indietro. E' pur vero che la trasferta di Frosinone era, prevedibilmente, ostica per l'organizzazione prettamente difensiva dei padroni di casa, ma nella ripresa i giallorossi sono parsi un po' troppo attendisti. Conferme, in ogni caso, per i nuovi acquisti.

Simone Luciani

Frosinone-Roma 0-2

FROSINONE: Leali; Rosi, Diakitè, Blanchard, Pavlovic; Tonev, Chibsah, Gucher (dal 20' p.t. Sammarco), Soddimo (dal 44' s.t. Longo); D. Ciofani, Dionisi (dal 31' s.t. Verde) (Zappino, Gomis, Crivello, Russo, Frara, M. Ciofani, Paganini, Castillo, Bertoncini). All. Stellone.
ROMA: Szczesny; Florenzi, Manolas, Rüdiger, Digne; Keita, De Rossi; Gervinho, Totti (dal 36' s.t. Iturbe), Iago (dal 24' s.t. Salah); Dzeko (dal 12' s.t. Nainggolan) (De Sanctis, Castan, Gyomber, Maicon, Emerson, Torosidis, Uçan, Vainqueur, Ponce). All. Garcia.
ARBITRO: Gervasoni di Mantova.
MARCATORI: Iago al 44' p.t.; Iturbe al 48' s.t.
NOTE: spettatori 9mila. Ammoniti: Iago, Totti, De Rossi, Pavlovic, Diakité, Rosi.

[12-09-2015]

 
Lascia il tuo commento