Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma fermata dal Torino, giallorossi al terzo posto

Maxi Lopez risponde al rigore di Florenzi: 1-1. La Lazio ora al secondo posto.

E’ una di quelle domeniche in cui umore e razionalità non viaggiano insieme. Da un lato, infatti, la classifica dice che la Lazio, dopo un anno e mezzo, torna davanti alla Roma, e lo fa giocando alla grande. Dall’altra, però, proprio la Roma non può che mangiarsi le mani dopo una partita, quella con il Torino, stracolma di occasioni sprecate e, alla fine, pareggiata. Ora i giallorossi scivolano a un punto dalla Lazio, e dall’obiettivo minimo stabilito a inizio stagione. Ma questo non è accaduto per la partita disputata oggi.

PRIMO TEMPO – Rudi Garcia lascia Francesco Totti, al ritorno, in panchina, schierando il tridente inedito Iturbe-Ibarbo-Ljajic. Florenzi viene spostato in difesa al posto dello squalificato Torosidis, mentre Astori viene confermato titolare al fianco di Manolas. Il primo tempo, con la Roma che dà vita a un lungo possesso di palla ma fatica molto a trovare spazi, con i granata al solito compatti dietro la linea di metà campo, è molto bloccato. Al 12’ Ibarbo, in uno dei pochi spunti della gara, va in percussione sulla destra e scarica su Nainggolan, che però colpisce malissimo da centro area. Poi, la Roma ci prova soprattutto con conclusioni dalla lunghissima distanza, fra le quali va segnalata quella di Iturbe al 32’, che termina a lato di mezzo metro. E’ nel finale di tempo che i giallorossi trovano l’occasione più importante, con una bellissima azione in velocità nella quale Pjanic mette al centro dell’area piccola per Florenzi, che non arriva di pochissimo. Sul contro cross, Ljajic colpisce di testa da ottima posizione ma non inquadra la porta.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa, con le squadre decisamente più lunghe, si intuisce che sarà una gara ben più aperta. Al 4’, Ljajic viene servito bene in area, ma il suo affondo si conclude con un cross basso respinto da Glik. All’11’ il primo episodio-chiave: lancio per De Rossi in area, che entra a contatto con Moretti e va a terra, e Irrati concede il rigore. Il Torino si lamenta: in effetti, il penalty sembra molto “cercato” dal numero 16, ma è altrettanto vero che il contatto c’è, ed è netto. Florenzi trasforma. L’illusione che la gara sembri mettersi sulla strada giusta dura appena 6’: Bruno Peres recupera un lancio che sembra destinato a uscire e mette al centro per El Kaddouri, che a sua volta scarica per il neo entrato Maxi Lopez, che a porta vuota mette in rete. Anche qui, proteste fortissime della Roma, che lamenta l’uscita del pallone sul tocco di Bruno Peres. Le immagini non chiariscono affatto, ma c'è da dire che la difesa romanista è rimasta incredibilmente immobile. La reazione dei giallorossi porta a un’occasione enorme per Ibarbo, che colpisce di testa da due passi su cross di Florenzi ma mette a lato. Garcia, con sostituzioni forse tardive, inserisce Doumbia, Yanga-Mbiwa e Ucan per Ljajic, Ibarbo e Pjanic, ridisegnando la squadra con Florenzi nel tridente d’attacco. E, a questo punto, fioccano le occasioni. Al 39’ grande occasione per Florenzi, che prova il diagonale da sinistra sul primo palo, e trova la deviazione di Padelli sul legno. A 2’ dal termine, bolide di Nainggolan e respinta di Padelli. Sull’azione seguente, cross di Florenzi e colpo di testa di Doumbia che termina di pochissimo a lato. Sull’azione, probabilmente, l’attaccante è stato spintonato da Moretti. Nel recupero, resa giallorossa, col Torino che riesce a tenere lontano il pallone.

Dunque, non basta una Roma pur molto più positiva di quella vista fino a qualche settimana fa. Rimane l’impressione che nella corsa al secondo posto la Lazio viaggi a velocità doppia rispetto alla Roma, ma, nonostante il sorpasso, anche che i giallorossi siano, sia pur con i loro ritmi, sulla strada della ripresa. Fra i singoli spiccano Nainggolan e Florenzi, mentre rimane un grande punto interrogativo sugli acquisti di gennaio.

Simone Luciani

Torino-Roma 1-1

TORINO: Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Bruno Peres (76′ Molinaro), Vives (79′ Farnerud), Gazzi, El Kaddouri, Darmian; Quagliarella, Martinez (57′ Maxi Lopez). A disp: Castellazzi, Ichazo, Bovo, Masiello, Jansson, Gonzalez, Amauri. All. Ventura.
ROMA: De Sanctis; Florenzi, Manolas, Astori, Holebas; Pjanic (85′ Uçan), De Rossi, Nainggolan; Ljajic (75′ Doumbia), Iturbe,  Ibarbo (84′ Yanga Mbiwa). A disp.: Skorupski, Spolli, Cole, Balzaretti, Paredes, Pellegrini, Totti, Verde, Sanabria. All. Garcia.
ARBITRO: Irrati di Pistoia. Assistenti: Tonolini e De Pinto.
IV uomo: Vuoto.
ADD1: Mazzoleni.
ADD 2: Baracani.
NOTE Ammoniti 30′ Vives, 37′ Iturbe, 48′ Maksimovic, 56′ Moretti, 56′ De Rossi, 72′ El Kaddouri, 79′ Gazzi, 94′ Manolas

[12-04-2015]

 
Lascia il tuo commento