Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La Roma prova a scuotersi: vittoria a Cesena

De Rossi decide la sfida del Manuzzi: gara con poche emozioni, ma tre punti fondamentali.

Passata la settimana più infausta, la Roma accenna alla reazione, e sul campo sintetico di Cesena va a conquistare tre punti preziosissimi per il morale e per la classifica. I giallorossi, protagonisti di una prestazione tutt'altro che brillante ma quantomeno dignitosa, difendono così il secondo posto dall'attacco della Lazio e conquistano punti su Napoli e Fiorentina. Gol-vittoria di Daniele De Rossi, fra i giocatori più contestati di questo periodo buio.

PRIMO TEMPO – Rudi Garcia, ancora una volta con gli uomini contati, riserva un paio di sorprese nella formazione titolare: in campo dal 1' Ucan a centrocampo e Doumbia in attacco, assieme a Gervinho e Ljajic. Come prevedibile, la partita è tutt'altro che divertente. Si registrano un paio di conclusioni da fuori area dei giallorossi, frutto comunque di una buona pressione nella trequarti bianconera. Buon impatto sul campionato italiano di Ucan, protagonista di un paio di iniziative interessanti. E' però il Cesena ad andare più vicino al gol, con una gran conclusione dai 25 metri di Giorgi che sfiora la traversa. La svolta arriva al 41', con un'azione in velocità: Holebas mette al centro da sinistra, Ucan non controlla a centroarea ma premia involontariamente l'inserimento di De Rossi, che batte Leali. Esultanza liberatoria della panchina giallorossa.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa, la Roma rallenta e tende, come spesso è successo, a gestire meno il pallone. Con, però, una differenza importante: stavolta lo schieramento appare più compatto, e Ljajic e Gervinho in diverse circostanze ripiegano in fase di copertura. Tanto che, di fatto, l'unica occasione degna di nota dell'intera ripresa è per Djuric, che riceve un bel cross nell'area piccola ma trova anche il salvataggio di Florenzi. Atipiche anche le scelte di Garcia, che dopo aver sostituito Ucan con Pellegrini, toglie Ljajic per inserire Yanga-Mbiwa. Nel finale spazio anche per il rientrante Ibarbo per Gervinho.

Dunque, una vittoria fondamentale, che scongiura il sorpasso da parte della Lazio, da più parti pronosticato, e dà una vitale boccata d'ossigeno al morale della squadra, a terra dopo le follie di questo 2015. Siamo molto lontani da ciò che sarebbe giusto attendersi sul piano del gioco, ma la Roma si è messa nella malaugurata situazione di non potersi fermare a pensare a questo. Prestazione interessante di Ucan, mentre Doumbia, pur protagonista di un paio di movimenti da attaccante d'area, è apparso decisamente avulso dal gioco. Ha bisogno di tempo. Quel tempo che, purtroppo, squadra, allenatore e società non hanno più.

Simone Luciani

Cesena-Roma 0-1 

CESENA Leali; Perico, Capelli, Lucchini, Krajnc; Giorgi (dal 40' s.t. Pulzetti), Mudingayi, De Feudis (dal 23' s.t. A. Rodriguez); Carbonero; Djuric (dal 36' s.t. Succi), Defrel. (Agliardi, Bressan, Nica, Volta, Mordini, Gaiola, Moncini, Cascione). All. Di Carlo.

ROMA De Sanctis; Florenzi, Manolas, Astori, Holebas; Uçan (dal 21' s.t. Pellegrini), De Rossi, Nainggolan; Ljajic (dal 33' s.t. Yanga-Mbiwa), Doumbia, Gervinho (dal 41' s.t. Ibarbo). (Skorupski, Lobont, Torosidis, Spolli, Cole, Paredes, Iturbe, Verde). All. Garcia.

ARBITRO Damato di Barletta.

MARCATORI De Rossi al 41' p.t.

NOTE spettatori paganti 4.267, incasso di 105.905 euro. Abbonati 12.308, quota di 113.872,75 euro. Ammoniti Uçan, Capelli, Lucchini, De Rossi, Mudingayi per gioco scorretto.  

[23-03-2015]

 
Lascia il tuo commento