Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, crisi nera: ancora un pareggio

All'Olimpico misero 1-1 contro l'Empoli in rimonta. Maicon risponde al rigore di Maccarone.

Ennesima partita-fotocopia. Stavolta, l'avventore di turno era l'Empoli. Squadra che ha fin qui riscosso molti complimenti per l'organizzazione di gioco e pochi punti. Quarto pareggio consecutivo, ancora una volta maturato nel secondo tempo, con una rimonta comunque lasciata a metà. Insomma, è crisi profonda.

PRIMO TEMPO - Rudi Garcia recupera Keita, tornato ieri dall'Africa e subito schierato titolare. Per il resto, la formazione è quella annunciata. I giallorossi iniziano la gara con più piglio delle ultime uscite. E tuttavia, la prima occasione è per l'Empoli, con Tavano che va via a Yanga-Mbiwa sulla destra e mette nell'area piccola un cross basso che viene allontanato. Al 17', buona progressione di Iturbe, che conclude dal limite mettendo a lato. Proprio Iturbe è l'ennesimo infortunato della stagione, per un un problema al ginocchio: al suo posto Florenzi. Proprio Florenzi, al 27', ha l'occasione più nitida del primo tempo, ma da ottima posizione, anziché cercare il diagonale di sinistro, colpisce di destro trovando l'opposizione di un difensore. Al 37' la frittata: Saponara va via a una distratta difesa, tenuto in gioco da Maicon, e si presenta a tu per tu con De Sanctis, trovando però il fallo da ultimo uomo di Manolas, e quindi il rigore e l'espulsione del greco. Maccarone trasforma. Astori, invece, prende il posto di Totti. Con questo scenario, è quasi una grazia la seconda ammonizione, per fallo di mano, di Saponara, che dunque lascia i suoi in dieci.

SECONDO TEMPO - Come da copione, la Roma riparte con foga e, dopo diversi minuti di pressione, trova il gol: merito di un'azione elaborata e confusa che libera Maicon in area, e il brasiliano batte Sepe con un precisio diagonale di sinistro. E poi (è ancora copione) i giallorossi esauriscono la foga. Con l'unica eccezione della traversa di Astori, colpita su azione di corner. Il resto, è un'enorme difficoltà nel trovare la conclusione, che quando arriva è forzata e da lontano. L'Empoli prova, ogni tanto, a ripartire, ed è buono per la Roma che non trovi il guizzo.
E' quasi imbarazzante dover scrivere, da almeno un mese, sempre le stesse cose. Purtroppo, però, è difficile scrivere altro: questa squadra non corre, ha le idee confuse sul piano tattico, una manovra di una lentezza esasperante e una serie di blocchi mentali che la portano a non tirare praticamente mai in porta. Detto questo, ogni domenica l'asticella si abbassa, e ora il rischio di essere risucchiati dal gruppetto di squadre che seguono in classifica è molto concreto.
 
Simone Luciani
 
Roma-Empoli 1-1

ROMA
De Sanctis; Maicon (dal 37' s.t. Verde), Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Pjanic, Keita, Nainggolan; Iturbe (dal 25' p.t. Florenzi), Totti (dal 39' p.t. Astori) , Ljajic (Skorupski, Marchegiani, Cole, Somma, Torosidis, Paredes, Pellegrini, Uçan, Vestenicky). All. Garcia.
EMPOLI Sepe; Hysaj, Rugani, Barba, Mario Rui; Vechino, Valdifiori (dal 39' s.t. Signorelli), Croce; Saponara; Pucciarelli (dal 29' s.t. Michedlidze), Maccarone (dal 13' s.t. Zielinski) (Pugliesi, Bassi, Laurini, Borghini, Diousse, Verdi, Brillante, Tavano). All. Sarri.
ARBITRO Russo di Nola.
MARCATORI Maccarone (E) su rig. al 38' p.t.; Maicon (R) al 12' s.t.
NOTE spettatori 33.621, incasso 917.715. Espulsi Manolas al 37' p.t. per fallo su chiara occasione da gol e Saponara al 47' p.t. per doppia ammonizione, Sarri al 20' s.t. per proteste. Ammoniti: Croce e Nainggolan per comportamento non regolamentare, Florenzi, Astori e Valdifiori per gioco scorretto
 
 

[31-01-2015]

 
Lascia il tuo commento