Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Una brutta Roma č bloccata dal Milan

All'Olimpico i giallorossi non vanno oltre lo 0-0, nonostante l'inferioritā numerica dei rossoneri per 25 minuti per l'espulsione di Armero. Pochissime emozioni.

Capodanno indigesto, per la Roma. La squadra di Rudi Garcia chiude il 2014 con un brutto pareggio casalingo col Milan. Brutto nel risultato e nel gioco, che ha prodotto poco o nulla in fase offensiva nonostante l'inferiorità numerica dei rossoneri per 25 minuti. Molti dei giocatori giallorossi appaiono sottotono, con un rallentamento anche da parte di chi fino a oggi ha tirato la carretta.

PRIMO TEMPO – Rudi Garcia, nonostante l'assenza di Pjanic a centrocampo, sceglie il tridente “coperto” con Florenzi al posto di Ljajic. Dopo appena due minuti, sono brividi per l'Olimpico: Honda conclude dai venticinque metri, De Sanctis non è perfetto nella respinta ma poi è bravissimo sulla ribattuta da distanza ravvicinata di Poli. Poi la Roma prende in mano il gioco, e riesce per lunghi minuti a stringere il Milan negli ultimi trenta metri. Nonostante il lungo possesso di palla, che nel primo tempo è comunque avanzato, gli avanti della Roma producono però ben poco. E, a conti fatti, l'unica occasione la crea Gervinho, che in una delle rare fiammate penetra in area da sinistra ma conclude addosso a Diego Lopez. Al 32', però, la Roma recrimina, e a ragione: su corner di Florenzi, netto fallo di mano di De Jong che anticipa Gervinho, e che però né l'arbitro Rizzoli né l'addizionale di porta vedono. Dall'altra parte si segnala una conclusione da quarantacinque metri di Mexes che costringe De Sanctis al volo sotto al sette.

SECONDO TEMPO – La ripresa, invece, inizia con una circolazione di palla della Roma lenta e prevedibile, e con un Milan che invece riesce a presentarsi un paio di volte alla conclusione dal limite dell'area, prima con Menez (parata non difficile di De Sancits) e poi con Poli (fuori). I giallorossi, invece, appaiono privi di brillantezza, di spunti e di fantasia: Totti è chiaramente in un momento di cattiva forma, e le uniche accelerazioni sono di Gervinho e Florenzi, che però sono ben ingabbiati dalla retroguardia rossonera. Al 21' la prima mossa di Garcia, che toglie a sorpresa proprio Florenzi per inserire Ljajic. Al 25' l'episodio che potrebbe far girare il match: Armero viene ammonito per la seconda volta per un fallo di mano e lascia i suoi in dieci. Potrebbe, perché di fatto la Roma, pur avanzando il baricentro, crea davvero poco. E questo nonostante la sostituzione di De Rossi con Destro. Occasioni grosse solo nel finale. Al 38' Diego Lopez va a farfalle su cross di Yanga-Mbiwa, ma Torosidis, entrato per l'acciaccato Maicon, anziché mettere al centro a porta vuota prova un'improbabile conclusione. E, soprattutto, al 2' di recupero Gervinho viene liberato da Yanga-Mbiwa e conclude da distanza ravvicinatissima, ma di nuovo addosso a Diego Lopez.

Purtroppo, alla vigilia di Natale ci troviamo a ripetere ciò che abbiamo segnalato da due mesi a questa parte. Questa squadra ha smarrito le sue sicurezze nella partita persa malamente col Bayern Monaco. A questo si aggiunga una condizione atletica perennemente deficitaria e alcune scelte di Garcia, nelle formazioni e nei cambi, quantomeno discutibili (stasera è stato un errore lasciare fuori Ljajic, e poi farlo entrare per uno dei migliori in campo). Così, in una serata in cui Nainggolan o Gervinho, sul cui smalto i giallorossi si sono retti, incappano in una brutta prestazione diventa difficile avere ragione di un Milan di certo non trascendentale ma molto ben organizzato in fase difensiva. Resta l'episodio del netto rigore negato alla Roma. Ma stavolta non basta. La Juve è di nuovo a tre lunghezze di distanza.

 

Simone Luciani

 

Roma-Milan 0-0

 

ROMA: De Sanctis; Maicon (dal 36' s.t. Torosidis), Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Keita, De Rossi (dal 29' s.t. Destro), Nainggolan; Florenzi (dal 21' s.t. Ljajic), Totti, Gervinho (Lobont, Curci, Somma, Emanuelson, Cole, Paredes, Strootman, Iturbe, Borriello). All. Garcia.

MILAN: Diego Lopez; Bonera, Zapata, Mexes, Armero; Poli (dal 36' s.t. Muntari), De Jong, Montolivo; Honda (dal 27' s.t. Alex), Menez (dal 43' s.t. El Shaarawy), Bonaventura (Agazzi, Abbiati, Saponara, Albertazzi, Zaccardo, Essien, Torres, Niang, Pazzini). All. Inzaghi.

ARBITRO: Rizzoli di Bologna,

NOTE: spettatori 46.620, incasso 1.768.459 euro. Espulso Armero al 25' s.t. per doppia ammonizione. Ammoniti: Florenzi, De Jong e De Rossi per gioco scorretto, Mexes per comportamento non regolamentare. Angoli: 10-1. Recupero: 0' p.t., 5' s.t..   

[21-12-2014]

 
Lascia il tuo commento