Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La Roma reagisce

3-0 al Torino, con reti meravigliose di Torosidis, Keita e Ljajic. Torna in campo Kevin Strootman.

Doveva arrivare una vittoria convincente. E, pur senza esaltare, e comunque a ritmi bassi, vittoria è stata. Pur con delle pause piuttosto lunghe, e un gioco espresso comunque a sprazzi, le nuvole più nere sono state scacciate. C'è da aggiungere che il Torino appare come il lontano parente di quello che ha disputato lo scorso campionato. La notizia più bella, in ogni caso, è quella del ritorno in campo, negli ultimi 10 minuti, di Kevin Strootman. Di lui ci sarà gran bisogno.
PRIMO TEMPO - Rudi Garcia sceglie Keita a centrocampo per Nainggolan, mentre in attacco c'è il tridente Gervinho-Totti-Ljajic. Giallorossi molto aggressivi, e al 4' la prima occasione: gran lavoro di Totti sulla destra e cross basso per Ljajic, che da buona posizione manda alto. Il vantaggio è solo rimandato: al 7' è ancora il capitano a lavorare un buon pallone sulla destra, serve l'inserimento di Torosidis che batte Gillet con un bel destro rasoterra. Trovata la rete, la Roma cala di ritmo e concede campo al Torino, che a tratti sembra poter mettere in difficoltà la retroguardia giallorossa in velocità. L'occasione più grande se la crea Quagliarella, che si gira bene dal limite e lascia partire un sinistro a girare su cui De Sanctis è bravissimo. A questo punto i giallorossi tornano a scuotersi, e al 20' Pjanic centra la traversa con una grande punizione dal limite. Trascorrono 6', e la Roma trova il raddoppio: il merito è di Seidou Keita, che pesca il jolly con un gran sinistro dai 25 metri. Da questo momento, in pratica, non c'è più partita. Pjanic mette in difficoltà Gillet con un destro potente da fuori che il portiere respinge con affanno. Poi Totti lancia Gervinho sulla sinistra, l'ivoriano si presenta a tu per tu con Gillet ma mette a lato. Infine proprio il capitano sfiora l'eurogol con un pallonetto da fuori che si spegne di poco a lato.
SECONDO TEMPO - Come nel primo tempo, il Toro parte bene, e dopo 4' ha un'ottima occasione grazie a una discesa di Darmian che serve un gran pallone per Sanchez, che manda fuori da ottim posizione. Al '13 il terzo gol: verticalizzazione di Pjanic per Ljajic, che con una magia si libera di un avversario e mette in rete di destro sotto al sette. Partita di fatto chiusa, e spazio allora a ciò che accade a bordo campo. Totti (che, ammonito, salterà la trasferta di Bergamo dopo la sosta) non gradisce la sostituzione con Destro. E, al minuto 38, il momento che tutto l'ambiente attende da marzo: Keita, infortunato, lascia il posto a Kevin Strootman.
Come detto, il Torino non pare gran cosa, soprattutto in questo periodo. Ma era fondamentale rispondere sul campo agli inevitabili mugugni scaturiti dalle due sconfitte consecutive e dal momento non certo brillante. Era fondamentale anche evitare quindici giorni di polemiche e perplessità. Sulla gara, bene un po' tutti a parte Gervinho, in serata no. Speriamo che la sosta dia modo di recuperare i molti infortunati.
Simone Luciani
 
Roma-Torino 3-0
 
ROMA: De Sanctis; Torosidis, Yanga-Mbiwa, Manolas (dal 32' s.t. Nainggolan), Cole; Pjanic, De Rossi, Keita (dal 39' s.t. Strootman); Gervinho, Totti (dal 25' s.t. Destro), Ljajic. (Skorupski, Iturbe, Paredes, Ucan, Somma, Verde, Emanuelson, Calabresi, Sanabria). All. Garcia.
TORINO: Gillet; Maksimovic, Glik, Moretti; Bruno Peres, Gazzi, Vives (dal 43' p.t. Nocerino), Farnerud (dal 1' s.t. Sanchez Miño), Darmian; El Kaddouri (dal 31' s.t. Martinez); Quagliarella. (Castellazzi, Padelli, Molinaro, Ruben Perez, Larrondo, Jansson, Gaston Silva, Amauri, Masiello). All. Ventura.
ARBITRO: Banti di Livorno.
MARCATORI: Torosidis all'8', Keita al 27' p.t.; Ljajic al 13' s.t.
NOTE: Spetattori 35.770, incasso 1.016.176 euro. Ammoniti Totti (R), Quagliarella (T), Glik (T) per gioco scorretto. Angoli: 2-5. Recuperi: 1' p.t., 3' s.t..

[09-11-2014]

 
Lascia il tuo commento