Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Totti incanta Manchester

Contro il City 1-1, il capitano firma un pari preziosissimo.

Si aspettava la Roma all'esame di maturità, e l'esame è passato. Non a pieni voti, ma quasi. Chi pensava che i giallorossi non fossero pronti per palcoscenici europei di primo piano, ha dovuto assistere a una prova nella quale il multimilionario Manchester City ha sofferto e rischiato di capitolare per lunghi tratti davanti al proprio pubblico. E, soprattutto, ha dovuto assistere all'ennesimo record di Francesco Totti, che con un gol splendido ha riequilibrato l'ingiusto svantaggio romanista e si è consacrato come il più anziano goleador della storia della Champions League, a 38 anni e 3 giorni, bruciando il precedente primato di Ryan Giggs.

PRIMO TEMPO – Rudi Garcia vede allungarsi la lista degli illustri indisponibili con il nome di Morgan De Sanctis, sostituito da Skorupski. In difesa Cole torna titolare nella sua Inghilterra, mentre in attacco Florenzi vince il ballottaggio (piuttosto scontato) con Iturbe e affianca Totti e Gervinho. E dire che la partita inizia sotto la peggiore stella: dopo appena 4' Maicon trattiene leggermente Aguero a centroarea e l'arbitro Kuipers fischia un rigore piuttosto fiscale (comunque ingenuo il brasiliano). E' lo stesso Aguero a trasformare. Se gli spettri dell'altro Manchester, quello del 7-1, possono addensarsi nei pensieri di qualcuno, ecco che invece la reazione dei giallorossi è furiosa. Appena due minuti e un passaggio filtrante geniale di Totti mette Maicon davanti ad Hart, ma il bolide del brasiliano centra la parte bassa della traversa. Il possesso di palla e le verticalizzazioni, nella prima parte di gara, sembrano sorprendere il City, che in più occasioni si salva grazie a fuorigioco millimetrici o passaggi leggermente troppo lunghi. Fino al 24', quando Nainggolan fa “il Totti” e serve proprio il capitano, che parte sul filo del fuorigioco e batte Hart con un meraviglioso pallonetto. I padroni di casa provano a riprendersi il vantaggio spostando il baricentro in avanti, ma si trovano di fronte la densità a centrocampo della Roma (Florenzi viene schierato, in pratica, come esterno nella mediana) e la superba prestazione di Manolas e Yanga-Mbiwa. Il greco, al 38', devia involontariamente un pallone in area con il braccio, ma Kuipers lascia correre (più rigore questo del primo). E al 43' si scatena Gervinho, che parte in contropiede e si presenta davanti al portiere della nazionale inglese, che respinge il tiro potente.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con la Roma che lascia manovrare il City a centrocampo ma riparte in maniera molto pericolosa. Così, si segnalano due tiri da fuori di Totti e Pjanic. Ma si segnala, soprattutto, un'azione insistita di Florenzi e Pjanic, con quest'ultimo che conclude da distanza ravvicinata ma trova di nuovo Hart in uscita. Pellegrini prova a dare una scossa con Lampard per Dzeko, e il City sale d'intensità con il palleggio. Ma non con la pericolosità. Anzi, l'occasione più grande è della Roma al 28', quando Maicon piazza un cross basso nell'area piccola e Florenzi manca l'impatto di poco. Quattro minuti dopo, azione simile degli inglesi, con Skorupski che allontana. Nella Roma escono Totti e Florenzi ed entrano Iturbe ed Holebas, per un quarto d'ora finale in cui gli uomini di Garcia sembrano davvero in debito d'ossigeno. Situazione utile a far salire il baricentro del City, che però non va oltre qualche tiro sbilenco dalla distanza. Negli ultimi minuti esce Maicon per un colpo alla testa, sostituito da Torosidis.

Dunque, la Roma non manca all'appuntamento, e non delude. Contro un avversario molto importante, gli uomini di Garcia hanno mostrato non solo mentalità matura, ma anche grande adattabilità sul piano tattico, gestendo il pallone quando possibile e lasciandolo invece agli avversari nelle fasi di calo fisico. E non va dimenticata, poi la lunghissima e prestigiosa lista di assenti con cui i giallorossi hanno dovuto presentarsi a questo incontro. E poi c'è Francesco Totti, e l'Europa oggi lo applaude.

Simone Luciani

 

Manchester City-Roma 1-1

MANCHESTER CITY Hart, Zabaleta, Kompany (C), Demichelis, Clichy, Navas, Fernandinho, Yaya Toure, Silva, Aguero (84′ Jovetic), Dzeko (57′ Lampard). A disp: Caballero, Sagna, Kolarov, Milner, Mangala All: Manuel Pellegrini

ROMA Skoruspki; Maicon (89′ Torosidis), Manolas, Yanga-Mbiwa, Cole; Keita, Pjanic, Nainggolan; Florenzi (Holebas), Totti (72′ Iturbe), Gervinho. A disp: Curci, Somma, Paredes, Ljajic, Destro. All: Rudi Garcia

Arbitro: Kuipers (OLA).
Marcatori: 4′ Aguero, 24′ Totti
NOTE: Ammonito 4′ Maicon, 55′ Zabaleta, 81′ Nainggolan

[01-10-2014]

 
Lascia il tuo commento