Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La Roma soffre e passa a Empoli

Toscani battuti per 1-0: decisiva un'autorete del portiere Sepe su tiro di Nainggolan

Servivano i tre punti, e sono arrivati. Con ben poco di più, a onor del vero, ma a quattro giorni dall'esordio in Champions League tanto bastava. A decidere una partita molto scorbutica, contro un Empoli non eccezionale sul piano tecnico ma molto ben organizzato su quello tattico, è stato di nuovo Radja Nainggolan, stavolta con un po' di fortuna. Poi, dopo un paio di occasioni sprecate, c'è voluta un bel po' di sofferenza per difendere l'1-0 finale.
PRIMO TEMPO – Rudi Garcia calibra le forze, e se in difesa sceglie Cole e il “chiacchierato” Maicon sulle fasce, in attacco ecco una sorta di “Roma B” con Ljajic, Florenzi e Destro. Il centrocampo, invece, è quello titolare (salvo, ovviamente, il lungodegente Strootman). Fin dai primi minuti l'Empoli riesce a bloccare i giallorossi nella loro qualità migliore, ovvero nel palleggio a centrocampo: Pjanic è costantemente controllato da due uomini, mentre Ljajic appare spesso fuori dal gioco. Nonostante questo, l'occasione maggiore nei primi minuti è per gli uomini di Garcia, ed è Florenzi a concludere in diagonale al volo su apertura di Nainggolan, trovando la buona risposta di Sepe. Quanto all'Empoli, invece, riesce in diverse circostanze a cogliere scoperta la difesa giallorossa, senza però creare pericoli. Le conclusioni più insidiose dei toscani arrivano infatti su piazzato, prima con Tavano di prima su calcio d'angolo (palla a lato) e poi ancora con l'esperto attaccante su una punizione che trova pronto De Sanctis. La concentrazione e l'intesità del pressing dell'Empoli trovano nella prima frazione non più di cinque minuti di interruzione, che tuttavia sono fatali. Al minuto 41, infatti, Nainggolan mette in area per Florenzi, la cui sponda favorisce Maicon che centra il palo da distanza ravvicinatissima. Sulla ribattuta, poi, Pjanic colpisce a botta sicura e trova letteralmente una “parata” di Rugani non vista dall'arbitro Gervasoni. Al 45', invece, pochi istanti prima del duplice fischio, Nainggolan ha la possibilità di caricare il destro dai 25 metri: la rasoiata centra il palo, colpisce la schiena di Sepe e termina in rete, beffando i padroni di casa. Così la Roma sblocca la gara.
SECONDO TEMPO – Garcia toglie precauzionalmente Castan e manda in campo Astori. Nei primi minuti i giallorossi sembrano poter prendere possesso del gioco, con scambi più rapidi e prolungati, e al 12' Maicon, dopo un bel duetto con Florenzi, avrebbe la palla buona per il 2-0, ma Sepe esce a valanga e respinge il tiro. Poi però c'è il calo, simile a quello già visto con la Fiorentina: col passare dei minuti la Roma non riesce più a tenere la palla, e arretra vistosamente il baricentro. Al 26' i toscani protestano per un atterramento in area di Mchedlidze da parte di Manolas, ma il greco pare prendere il pallone. Nell'occasione Sarri viene espulso per proteste. Garcia, invece, per arginare la pressione avversaria toglie uno spento Pjanic e inserisce Keita, e nel finale prova a sfruttare la velocità di Gervinho per un Ljajic ancora una volta insufficiente. Le gambe sono pesanti, e si vede, ma a conti fatti l'Empoli non riesce ad avvicinarsi a De Sanctis.
Dunque, una partita tutt'altro che esaltante sul piano del gioco, pur con diverse giustificazioni (un match “a tenaglia” fra la sosta e l'esordio in Champions, un attacco ampiamente rimaneggiato, giocatori che hanno esordito soltanto oggi), ma una vittoria importante proprio perché l'anno scorso furono persi punti in gare simili a questa. Stavolta non è avvenuto, anche grazie a una mentalità ormai matura. Non sono mancati, comunque, gli aspetti positivi: ottime le prestazioni di Manolas, Maicon (molto atteso dopo il pasticciaccio brasiliano) e Nainggolan. Male invece Cole e Ljajic. E non va dimenticato che, in ogni caso, non sono state concesse palle gol all'avversario.

Simone Luciani

Empoli-Roma 0-1

EMPOLI: Sepe; Laurini, Tonelli, Rugani, Hysaj; Vecino (17' st Moro), Valdifiori, Croce (35' st Zielinski); Verdi (17' st Pucciarelli); Tavano, Mchedlidze. (Pugliesi, Bassi, Perticone, Barba, Mario Rui, Bianchetti, Signorelli, Guarente, Aguirre). All. Sarri.
ROMA: De Sanctis; Maicon, Manolas, Castan (1' st Astori), Cole; Pjanic (23' st Keita), De Rossi, Nainggolan; Florenzi, Destro, Ljajic (36' st Gervinho). (Skorupski, Yanga Mbiwa, Holebas, Torosidis, Emanuelson, Paredes, Iturbe, Borriello, Totti). All. Garcia.
ARBITRO Gervasoni di Mantova.
MARCATORI aut. Sepe (E) al 46' pt
NOTE Espulso Sarri al 27' st. Ammonito De Rossi.

[14-09-2014]

 
Lascia il tuo commento