Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

E' subito Roma

I giallorossi battono 2-0 la Fiorentina all'Olimpico, reti di Nainggolan e Gervinho. Ottimo primo tempo, calo fisico nella ripresa ma esordio eccellente.

I primi novanta minuti di campionato, e ogni polemica su cessioni di mercato, difese ballerine e acquisti sbagliati viene spazzata via. Spazzata via da una Roma prepotente nel primo tempo, finché è stata assistita da gambe e polmoni, e poi coriacea nel difendere il vantaggio contro una Fiorentina incerottata ma molto ben indottrinata da Montella sia nell'organizzazione difensiva che, nel secondo tempo, nello sfruttare il calo fisico dei giallorossi. Dunque, il campionato si apre come meglio non si potrebbe. La bandiera Rodrigo Taddei assiste alla partita dalla Curva Sud, inneggiato da tutto lo stadio.

PRIMO TEMPO – Entrambi i tecnici devono fare i conti con le assenze. Garcia, con Castan e Maicon (oltre a Strootman, ovviamente) ai box, deve schierare una difesa nuova di zecca, con Torosidis, Astori, Manolas (arrivato da appena cinque giorni) e Cole. In attacco il tridente Totti-Gervinho-Iturbe. Montella, invece, senza Cuadrado e Rossi schiera la Fiorentina con la difesa a quattro e Babacar e Gomez in attacco. Fin dall'inizio la Roma prende il predominio del centrocampo, ma è costretta a scontrarsi con una Viola asfissiante nel chiudere ogni centimetro. Tanto che per la prima fiammata giallorossa bisogna attendere il 23', quando uno scambio veloce porta Iturbe a conquistare una punizione da ottima posizione su fallo di Savic. Lo stesso Iturbe, poi, calcia alto di poco. Quattro minuti più tardi, però, la gara si sblocca: Nainggolan, impressionante per quantità e qualità, recupera palla sulla trequarti e lancia Gervinho, che a tu per tu con Neto spara addosso al portiere, ma sulla ribattuta c'è proprio Nainggolan a ribadire in rete. Da parte della Fiorentina, in sostanza, va segnalata soltanto la sostituzione di Montella di Brillante con Ilicic per dare più creatività al centrocampo. Al 38' bella azione Pjanic-Gervinho-Totti, con il diagonale del capitano che termina alto.

SECONDO TEMPO – Al 6' subito un episodio da moviola, con Pjanic atterrato in area. All'11' Gervinho in contropiede mette a sedere l'intera difesa viola, ma il suo diagonale è respinto in extremis da Rodriguez in scivolata. Due minuti più tardi è di nuovo l'ivoriano, servito splendidamente da Pjanic, a presentarsi a tu per tu contro il portiere viola, che esce e respinge. Poi, superata l'ora di gioco, come preventivato la Roma cala e la Fiorentina cresce nel pressing e nel possesso di palla. Ed è Morgan De Sanctis a respingere con due miracoli i pericoli principali prodotti dai viola. Al 15' Ilicic su punizione piazza la palla sotto al sette, ma il portiere giallorosso devia la sfera contro la traversa. Subito dopo, ancora su calcio piazzato, la difesa va in bambola e Babacar conclude da distanza ravvicinatissima, ma trova di nuovo la mano del portierone. A questo punto, interviene Garcia, che toglie, come annunciato, Manolas per Keita, con De Rossi spostato in difesa, e Totti per Florenzi. E, sia pur sulle gambe, la squadra riesce a controllare meglio il ritorno della Fiorentina, concedendo di qui alla fine solo un contropiede, di nuovo sventato da De Sanctis. Quando sembra ormai finita, e cioè al 93', la chiosa sul match: ancora Nainggolan lancia Gervinho, che parte sul filo del fuorigioco, dribbla Neto e stavolta deposita in rete.

Dunque, al primo impegno importante si rivede la miglior Roma dello scorso anno. Le poche sbavature difensive del secondo tempo sono probabilmente da attribuirsi alla condizione fisica, mentre, proprio come lo scorso anno, c'è da essere più concreti nell'area avversaria. Mostruoso Nainggolan, molto bene Manolas e buona anche la prova delle frecce Iturbe e, soprattutto Gervinho. Il campionato, dunque, inizia nel migliore dei modi, contro un avversario importante come la Fiorentina.

 

Simone Luciani

 
Roma-Fiorentina 2-0

ROMA (4-3-3) De Sanctis; Torosidis, Manolas (dal 22' st Keita), Astori, Cole; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Iturbe (dal 32' st Ljajic), Totti (dal 25' s.t. Florenzi), Gervinho. (Skorupski, Emanuelson, Romagnoli, Somma, Paredes, Uçan, Florenzi, Borriello, Destro). All. Garcia.

FIORENTINA (4-3-1-2) Neto; Tomovic, Rodriguez, Savic, Alonso; Brillante (dal 35' pt Ilicic), Pizarro, Vargas (dal 27' st Aquilani); Borja Valero; Gomez, Babacar (dal 18' st Joaquin). (Tatarusanu, Lupatelli, Basanta, Pasqual, Bernardeschi, Lazzari, Hegazy). All. Montella.

ARBITRO Guida di Torre Annunziata.

MARCATORI 27' pt Nainggolan, 48' st Gervinho.

NOTE Ammoniti Savic, Totti, Rodriguez, Alonso, Astori, Torosidis, Aquilani . Angoli 2-0. Recuperi: 1' pt, 3' st.

[30-08-2014]

 
Lascia il tuo commento