Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La Roma non si ferma: battuto anche il Milan

All'Olimpico vittoria per 2-0: straordinario gol di Pjanic e raddoppio di Gervinho.

Potrebbe servire a poco, ma è pur sempre una vittoria di prestigio. La Roma di Rudi Garcia va a togliersi l'ennesima soddisfazione stagionale annullando il Milan di Clarence Seedorf e superandolo per 2-0. Così l'Olimpico può festeggiare il ritorno in Champions League. Sugli scudi Miralem Pjanic, che nel pieno della trattativa sul rinnovo di contratto fa parlare di sé grazie al gol stratosferico con cui ha sbloccato il match e a una serie di giocate stellari.

PRIMO TEMPO – Garcia conferma l'undici titolare che ha battuto la Fiorentina. La prima fase del match è molto bloccata, pur con la supremazia territoriale della Roma, e allora da segnalare ci sono soprattutto i cori, di sfottò ma assolutamente non razzisti, nei confronti di Mario Balotelli (all'andata iniziò il travaglio delle curve romaniste, con squalifiche e chiusure varie). Al 20' il primo squillo: Ljajic conclude in girata una buona azione, ma il suo tiro viene deviato. Dal corner seguente, penetrazione di Dodò dal vertice sinistro dell'area e conclusione alta di poco. Al 25' è ancora il serbo a farsi notare: dopo uno scambio con Pjanic semina il panico nell'area milanista ma la sua conclusione, da posizione pericolosissima, viene deviata in scivolata da Bonera. Dunque, in una gara bloccata, si capisce che serve la giocata di un singolo. E la giocata arriva: al 43' Miralem Pjanic conquista palla fra due avversari, ne salta altri due e, a tu per tu con Abbiati, mette in rete. E' un gol straordinario, che spariglia il match proprio sul finire del primo tempo.

SECONDO TEMPO – Al 3' l'occasione più concreta costruita dal Milan, con Montolivo che va a concludere di prima dal limite dell'area ma mette a lato di pochissimo. Al 7' Totti, su calcio di punizione, serve un pallone d'oro a Pjanic al centro dell'area, ma la conclusione a girare del bosniaco è deviata in corner da Abbiati in tuffo. Seedorf prova ad aumentare la qualità della manovra con Essien per Muntari, ma la Roma trova il raddoppio al 19': su ripartenza veloce Totti si presenta al tiro da ottima posizione, la conclusione è deviata male da Abbiati e Gervinho deposita nella porta vuota. Il Milan accusa il colpo e molla, e non porta a nulla la sostituzione di un evanescente Balotelli con un altrettanto evanescente Pazzini. Dall'altra parte, ovazioni per Totti, Maicon e Pjanic, sostituiti con Florenzi, Torosidis e Taddei. Scampoli di partita in cui si segnalano un paio di conclusioni pericolose del Milan e un fallaccio di Robinho, entrato per Nonda, su Toloi: il difensore brasiliano è costretto a giocare il recupero da centravanti, praticamente immobile per il colpo subito.
Pur dopo le difficoltà iniziali, la Roma ha poi preso in mano un match non facile da sbloccare, per poi annientare una squadra, il Milan, quest'anno francamente non all'altezza del proprio nome e del proprio blasone. Ogni aggettivo, invece, per gli uomini di Garcia è ormai abusato e logoro: fra tutti i concetti già detti, ci piace ripetere come sia un vero peccato che una squadra del genere chiuderà con ogni probabilità la stagione senza vincere lo scudetto.

Simone Luciani

ROMA: De Sanctis; Maicon (dal 38' s.t. Torosidis), Toloi, Castan, Dodò; Pjanic (dal 41' s.t. Taddei), De Rossi, Nainggolan; Ljajic, Totti (dal 31' s.t. Florenzi), Gervinho.
A disp.: Lobont, Skorupski, Jedvaj, Romagnoli, Bastos, Ricci, Mazzitelli, Berisha.
ALLENATORE: Garcia.
MILAN: Abbiati; Bonera, Rami, Mexes, Constant; Montolivo, Muntari (dal 13' s.t. Essien); Honda (dal 35' s.t. Robinho), Kakà, Taarabt; Balotelli (dal 23' s.t. Pazzini).
A disp.: Amelia, Gabriel, Abate, De Sciglio, Zaccardo, Silvestre, Zapata, Emanuelson, Poli.
ALLENATORE: Seedorf.
ARBITRO: Tagliavento di Terni
MARCATORI: Pjanic (R) al 43' p.t.; Gervinho (R) al 20' s.t.
NOTE - Spettatori 49.792. Ammoniti Muntari (M), Honda (M), Pjanic (R), Totti (R), Nainggolan (R), Rami (M). Recuperi: p.t. 0; s.t. 3'.

[25-04-2014]

 
Lascia il tuo commento