Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, Destro sbanca Cagliari

I giallorossi si impongono per 3-1 con tripletta del centravanti, e si portano temporaneamente a -5 dalla Juve.

Durava da 19 anni, il digiuno di vittorie della Roma a Cagliari. Ci sono voluti Rudi Garcia e, soprattutto, Mattia Destro a sfatare un tabù che negli anni è costato anche uno scudetto, ai giallorossi. In una gara difficilissima, preparata molto bene da Diego Lopez nel pressing e nella copertura degli spazi, è stato decisivo lo straordinario cinismo del centravanti di Ascoli, che ha trasformato in oro le uniche tre occasioni costruite dalla Roma.
PRIMO TEMPO – Come ventilato alla vigilia, Garcia lascia in panchina Francesco Totti, schierando al suo posto Florenzi. Romagnoli vince il ballottaggio sulla destra con Torosidis. Fin dai primi minuti, la Roma incontra enormi difficoltà nel trovare spazi per il possesso di palla, ed è costretta a un gioco molto lento. La difesa del Cagliari è poi bravissima a frenare Maicon e a “ingabbiare” Pjanic e Gervinho. I rossoblu creano invece qualche grattacapo alla retroguardia giallorossa su calcio piazzato: in particolare al 23' Nenè sfiora la traversa su calcio di punizione a girare, poco sopra l'incrocio. La pazienza della Roma è premiata al 31', quando per la prima volta i padroni di casa si sbilanciano in avanti. Nainggolan può così lanciare Destro in contropiede, che prova a mettere Gervinho solo davanti al portiere: Astori riesce a tamponare, ma l'ivoriano recupera palla sul fondo e serve nell'area piccola ancora il centravanti, che batte Avramov. E' l'episodio che cambia l'inerzia della gara. Pochi minuti dopo, proprio Destro colpisce in maniera “galeotta” Astori, ma l'arbitro interpreta male l'episodio. L'unico cenno di reazione del Cagliari arriva al 43', quando una punizione di Daniele Conti viene deviata dalla barriera e termina sul fondo.
SECONDO TEMPO – Nella ripresa, Torosidis prende il posto di Romagnoli. Il Cagliari prova ad aumentare la pressione, ma la Roma trova più spazi in contropiede. Come all'11', quando Nainggolan recupera palla e lancia Destro, che parte sul filo del fuorigioco dalla trequarti, si presenta a tu per tu con Avramov e mette in rete. Lopez prova a cambiare con Ibarbo e Ibraimi per Nenè e Cossu, ma sono ancora i giallorossi a trovare il gol della sicurezza: al 18' splendida ripartenza con cross al bacio di Florenzi per Destro, che anticipa di nuovo la difesa e fulmina Avramov di prima. Garcia toglie Pjanic e Nainggolan per Taddei e Bastos (applausi per il belga dai suoi ex tifosi), e al 44' c'è il gol della bandiera del Cagliari: fallo di Benatia su Pinilla, e proprio il centravanti del Cagliari trasforma il rigore. Per Benatia, invece, uscita anticipata dal campo per infortunio muscolare.
Dunque, la Roma si porta temporaneamente a -5 dalla Juventus e a +12 sul Napoli espugnando un campo storicamente ostico (ma ancora semivuoto di tifosi per annosi problemi di agibilità). Maiuscola, ovviamente, la prestazione di Destro, che cresce di partita in partita e che sta pian piano fugando i dubbi che aleggiavano sulle sue qualità. Purtroppo, proprio Destro, con Pjanic e Florenzi, non saranno in campo sabato prossimo contro l'Atalanta. Problemi di formazione che potrebbero essere peggiorati dalle condizioni di Benatia, da verificare. In ogni caso, i giallorossi confermano la straordinaria continuità mostrata nelle ultime prove. E sperano.

Simone Luciani

Cagliari-Roma 1-3

CAGLIARI: Avramov; Pisano, Oikonomou, Astori, Avelar; Dessena, Conti, Ekdal (dal 5' s.t. Eriksson); Cossu (dal 23' s.t. Ibraimi); Pinilla, Nené (dal 13' s.t. Ibarbo). (Silvestri, Murru, Del Fabro, Sau). All. Lopez.
ROMA: De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Romagnoli (dal 1' s.t. Torosidis); Pjanic (dal 30' s.t. Taddei), De Rossi, Nainggolan (dal 39' s.t. Bastos); Florenzi, Destro, Gervinho. (Skorupski, Lobont, Toloi, Dodò, F. Ricci, Totti, Ljajic). All. Garcia.
ARBITRO: Massa di Imperia.
MARCATORI: Destro (R) al 32' p.t., 12' e 29 s.t.', Pinilla (C) su rigore al 44' s.t.
NOTE: spettatori 4.798. Ammoniti Pjanic e Astori per proteste, Romagnoli e Florenzi per scorrettezze, Destro per simulazione. Angoli: 3-5. Recuperi: 1' p.t., 4' s.t..

[06-04-2014]

 
Lascia il tuo commento