Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma schiacciasassi: battuto il Parma

4-2 sui gialloblu nel recupero di campionato. Grandi Totti, Maicon e Pjanic. Juve a +8, Napoli a -9.

Finisce in gloria, questo strano mercoledì romanista. Iniziato con uno straniante fallo laterale che pare far sbandare le difese per un quarto d'ora buono, e finito in relax. Quattro reti rifilate al Parma, dunque, nel recupero della gara sospesa per il gran diluvio che colpì Roma a febbraio. In una gara dominata da Pjanic, Maicon e Totti uno spicchio di gloria lo merita Rodrigo Taddei, che ha timbrato il poker con il primo gol stagionale, premio simbolico per una vita spesa in giallorosso. I gialloblu di Donadoni, nonostante il tonfo, restano una bella realtà del campionato.
PRIMO TEMPO – Rudi Garcia sceglie di nuovo il tridente pesante, mentre in difesa Torosidis viene preferito a Romagnoli. Maicon c'è, e si vede. All'11', e cioè appena tre minuti dopo il restart della gara, prateria nella difesa del Parma, e Totti illumina per Destro che colpisce il palo, ma Gervinho è pronto a mettere in rete da due passi. Quel che succede nei primi minuti ha dell'assurdo: appena un minuto dopo viene annullato un gol proprio a Gervinho per giusto fuorigioco. Il Parma, da parte sua, può affondare e fare male, e non perde tempo. Al 15' Gobbi serve in area Acquah, che si gira in un fazzoletto e fulmina De Sanctis. Sessanta secondi appena, però, e il risultato cambia di nuovo: grande affondo di Pjanic sulla destra e scarico per Totti, che da 15 metri scarica il suo destro sotto al sette. E' il gol numero 234 in Serie A per il capitano giallorosso. Fino alla mezz'ora 'nominale' la Roma sembra trovare spazi in una difesa parmense che fatica a trovare le contromisure (prestazioni maiuscole di Pjanic e Maicon), ma difettando nell'ultimo passaggio. Poi gli ospiti riescono ad alzare il baricentro e ad aumentare l'intensità della manovra. Bene, fra gli altri, Schelotto e Gobbi. Al 38' è De Sanctis a parare una conclusione di Amauri. Dall'altra parte, invece, è Mattia Destro a rendersi pericolosissimo su un cross col contagiri di Maicon, ma il suo colpo di testa si stampa sulla traversa.
SECONDO TEMPO – I giallorossi impiegano quattro minuti a chiudere il match, e il merito è di Miralem Pjanic, che festeggia il compleanno con un gol di destro dopo il panico seminato da Gervinho nell'area gialloblu. Garcia toglie allora Destro e inserisce Florenzi, e il tornante avrebbe la palla buona al 15' dopo una discesa travolgente di Maicon, ma stoppa male in area e la difesa respinge. Inevitabilmente il ritmo cala, con una Roma più dedita al fraseggio e un Parma che comunque non riesce a scardinare la retroguardia giallorossa. Anzi, sono i padroni di casa a costruire diverse potenziali occasioni. Al 30' ovazione per Francesco Totti, che lascia il campo a Bastos. Il quarto gol arriva al 38', e lo firma Rodrigo Taddei: il brasiliano allunga di testa la traiettoria di un corner calciato da Pjanic. L'esultanza, praticamente oltre le barriere che dividono la Curva Sud dalla pista di atletica, è irrefrenabile. Piccola soddisfazione nel finale per Biabiany, che replica il gol dell'andata con un bellissimo destro dal limite dell'area. Scampoli di gara per il grande scontento Ljajic.
Dunque, la Roma non perde l'occasione d'oro: con i tre punti di oggi, i giallorossi volano a +9 sul Napoli (+10, considerato il vantaggio negli scontri diretti) e si avvicinano alla Juventus. 8 lunghezze di distacco dalla capolista sono ancora un'enormità, ma è giusto che gli uomini di Garcia sfruttino tutto, finché la matematica lo permetterà. Intanto, già domenica potrebbe arrivare la certezza dell'accesso almeno al preliminare di Champions League. E' una formalità, che però dice tannto della straordinaria stagione della Roma.

Simone Luciani

Roma-Parma 4-2

ROMA: De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Torosidis; Taddei, De Rossi, Pjanic; Gervinho (dal 41' s.t. Ljajic), Totti (dal 32' s.t. Bastos), Destro (dal 13' s.t. Florenzi). (Skorupski, Lobont, Toloi, Romagnoli, Dodò, Jedvaj, Mazzitelli, Ricci). All. Garcia.
PARMA: Mirante; Cassani, Lucarelli, Molinaro, Gobbi; Acquah (dal 26' s.t. Munari), Marchionni, Parolo (dal 40' s.t. Mauri); Biabiany, Amauri, Schelotto (dal 40' s.t. Palladino). (Bajza, Pavarini, Rossini, Sall, Galloppa, Obi, Jankovic, Cerri). All. Donadoni.
ARBITRO: De Marco di Chiavari (Galloni-Petrella/Longo/Merchiori-Aureliano).
MARCATORI: Gervinho al 12', Acquah al 15', Totti al 16' p.t.; Pjanic al 4', Taddei al 37', Biabiany al 44' s..t.
NOTE: spettatori 41.625, incasso 1.064.445 euro. Ammonito Taddei al 38' per c.n.r., Mauri al 42' s.t. per g.s. Angoli: 1-2. Recuperi: 1' nel p.t., 3' nel s.t.

[03-04-2014]

 
Lascia il tuo commento