Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, tutto facile col Chievo

I giallorossi vincono al Bentegodi per 2-0, con reti di Gervinho e Destro. Gara a senso unico, decisa nel primo tempo.

Fin troppo facile. Se qualcuno nella Roma temeva di incontrare un Chievo abile a chiudere gli spazi e a bloccare le fonti del gioco giallorosso, come era accaduto nella sfida d'andata, si è dovuto ricredere. Anzi: oltre che sul già evidente divario tecnico fra le due squadre, gli uomini di Garcia hanno potuto sfruttare anche una serie di clamorosi errori della difesa veronese, che ha agevolato una vittoria in una gara a senso unico. A timbrare la gara, Gervinho e Destro.
PRIMO TEMPO – A sorpresa, Garcia preferisce Romagnoli a Dodò sulla sinistra. A centrocampo scelte obbligate, mentre in attacco va di scena il tridente “pesante” con Totti, Gervinho e Destro. La gara parte a ritmi lenti, ma con una Roma che inaspettatamente trova spazi per gli affondi sulle fasce. E' però con un clamoroso regalo della difesa del Chievo che i giallorossi trovano il vantaggio, dopo 17': Cesar prova a servire Agazzi di testa con un retropassaggio suicida, Gervinho si inserisce e batte al volo il portiere gialloblu. Il vantaggio agevola la Roma, che può gestire con tranquillità la gara, soprattutto a fronte di una reazione dei padroni di casa praticamente nulla. E al 32' arriverebbe il secondo regalo, simile al primo, che però i giallorossi non riescono a sfruttare: Dainelli sbaglia il retropassaggio per Agazzi e favorisce Destro, che salta il portiere ma si allunga troppo il pallone e mette fuori da posizione impossibile. Poco male: al 42' Taddei, che sfoggia un'insospettata abilità nella gestione della palla, verticalizza splendidamente per Destro, che sfrutta la dormita dei centrali, si presenta a tu per tu con Agazzi e lo batte. Prima del fischio, clamorosa sfuriata di Maicon, che dopo una chiusura di testa manda a quel paese Castan e Benatia, con quest'ultimo che risponde a muso duro. Tutto chiarito nell'intervallo, dirà il marocchino a fine gara.
SECONDO TEMPO – Proprio Maicon (non per punizione ma per un colpo subito) rimane nello spogliatoio: al suo posto Torosidis. Dopo pochi minuti, su ottima imbeccata di Nainggolan, Destro avrebbe la palla del 3-0 ma la spreca con un diagonale inguardabile. Al 14' Garcia toglie Totti in vista della partita con il Torino di martedì prossimo e inserisce Florenzi. E la Roma, e con lei tutta la partita, cala vistosamente di ritmo. Il Chievo, da parte sua, prova a salire, ma sul taccuino vanno appuntati solo un paio di spunti interessanti di Obinna, appena entrato. Anzi, nel finale di una partita decisa da tempo, è Gervinho ad andare vicino al gol con un colpo di testa ravvicinato su cross dal fondo di Pjanic, ma Agazzi è ben piazzato e respinge
Dunque, una gara vinta con una facilità quasi sconcertante, per la buona vena della Roma e per quella pessima del Chievo. In luce Rodrigo Taddei, benissimo nel ruolo di vice-De Rossi e illuminante in occasione del 2-0. Bene anche Nainggolan e l'intero tridente, mentre da rivedere c'è Pjanic, francamente troppo pallido. Tre punti importanti, che mettono pressione al Napoli e gettano una luce positiva su una serie di partite ravvicinate nella quale si deciderà la lotta per il secondo posto.

Simone Luciani

Chievo-Roma 0-2

CHIEVO: Agazzi; Sardo, Dainelli, Cesar, Frey; Radovanovic, Rigoni, Bentivoglio; Stoian (dal 1' s.t. Rubin), Paloschi (dal 14' s.t. Pellissier), Lazarevic (dal 25' s.t. Obinna). (Puggioni, Squizzi, Bernardini, Claiton, Canini, Kupisz, Calello, Guarente, Thereau). All. Corini.
ROMA: De Sanctis; Maicon (dal 1' s.t. Torosidis), Benatia, Castan, Romagnoli; Taddei, Nainggolan; Destro (dal 30' s.t. Bastos), Pjanic, Gervinho; Totti (dal 13' s.t. Florenzi). (Lobont, Skorupski, Toloi, Dodo, Ljajic, Jedvaj, Ricci, Mazzitelli).
ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo.
MARCATORI: Gervinho (R) al 17', Destro (R) al 42' s.t.
NOTE: ammoniti Bentivoglio (C) e Benatia (R) per gioco scorretto.. Recuperi: 2' p.t.; 2' s.t.

[23-03-2014]

 
Lascia il tuo commento