Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, Natale col poker

Battuto il Catania 4-0: doppietta di Benatia e reti di Destro e Gervinho. Torna Totti, e la prestazione dei giallorossi maiuscola.

Regalo di Natale. Una Roma a trazione anteriore strapazza un Catania in condizioni critiche, allunga sul Napoli e tiene il passo infernale della Juve, in vista dello scontro diretto alla ripresa del campionato. Pesantissimi i recuperi di Mattia Destro, al terzo gol in tre partite, e soprattutto di Francesco Totti: con lui in campo la qualità del gioco, dei passaggi, delle occasioni si moltiplica, e con loro i gol.

PRIMO TEMPO – Rudi Garcia, con De Rossi e Strootman squalificati, sorprende con una squadra a trazione anteriore: Pjanic a centrocampo insieme a Bradley, e Gervinho, Totti e Ljajic alle spalle di Destro. Dopo i primi minuti di accademia, la luce si accende al 17', quando Ljajic, servito in area da Totti, conclude dopo un dribbling a rientrare ma trova Frison. Sul corner successivo, però, la partita si sblocca: corner di Totti, sponda di Destro e tocco vincente di testa da due passi di Benatia, che porta in vantaggio i giallorossi. Seguono minuti di fuoco: al 20' grande azione personale di Destro che recupera palla, entra in area e conclude di sinistro, tronvando un'ottima risposta di Frison. Il portiere del Catania si supera due minuti dopo, quando Maicon trova in area Destro, quest'ultimo fa da sponda per Gervinho che prova un pallonetto da due passi di prima trovando la mano del portiere, pur in controtempo. Nella seconda parte del primo tempo il ritmo rallenta, con la Roma che non trova spazi e il Catania mai pericoloso.

SECONDO TEMPO – De Canio cambia Peruzzi con Biraghi. Subito pericolosa la Roma con una conclusione dal limite di Ljajic respinta da Frison. Per il Catania, invece, un'occasione per Leto, che al limite dell'area piccola cicca in scivolata un buon pallone. Sembrerebbe questo il piano dei siciliani: sperare in una disattenzione difensiva dei giallorossi per trovare il pari. Ma è un piano che va clamorosamente a monte al 9', quando Frison si fa sfuggire dalle mani un pallone banale e Destro è pronto nei pressi a mettere in rete. Terzo gol in campionato e media paurosa. Al 13' entra Taddei proprio per il centravanti. Pochi secondi dopo, cross di Ljajic su punizione e testa in tuffo di Benatia, che trova la doppietta personale. De Canio prova senza troppe speranze a rincuorare i suoi con Bergessio e Monzon per Castro e Leto, ma con scarsissimi risultati. Anzi, inizia un duello fra Gervinho e la porta avversaria che culmina, se così si può dire, al 22', quando Totti conclude dal limite, trova la parata di Frison e l'africano, a porta vuota, colpisce incredibilmente il palo. Gervinho ha comunque modo di rifarsi al 34', quando una grande azione imbastita con Ljajic lo porta a concludere da centroarea a tu per tu con Frison e a batterlo con un tiro, per la verità, piuttosto ciabattato. Ovazione finale per Pjanic e Totti, usciti per Florenzi e Ricci.
Dunque, una Roma che si presenterà al ritorno in campo, nel 2014, con un biglietto da visita importante in casa della Juventus. Oltre alla larga vittoria, infatti, Garcia è riuscito anche a salvaguardare i ben quattro diffidati in campo. Stando al Catania, invece, la formula ultraoffensiva ha pagato, e potrà essere un'opzione in più, soprattutto contro le squadre di coda, per tentare di scardinare le difese troppo abbottonate. Molto bene Destro, Gervinho infaticabile anche se pasticcione, coppia centrale di difesa d'acciaio e Totti, pur non al meglio della condizione, dal peso specifico incalcolabile. Sarà un buon Natale.

Simone Luciani

Roma-Catania 4-0

Roma: De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Dodò; Bradley, Pjanic (82′ Florenzi); Ljajic, Totti (87′ Ricci), Gervinho;Destro (59′ Taddei)
A disp.: Skorupski, Lobont Torosidis, Jedvaj, Burdisso, Romagnoli, Marquinho, Mazzitelli,
All.: Garcia
Catania: Frison; Peruzzi (45′ Biraghi), Rolin, Legrottaglie, Alvarez; Izco, Guarente, Plasil; Barrientos, Leto (67′ Monzon), Castro (59′ Castro)
A disp.: Andujar, Ficara, Capuano, Keko, Freire.
All.: De Canio
Arbitro: Gervasoni di Mantova.
Marcatori: 18′ Benatia, 55′ Destro, 59′ Benatia, 80′ Gervinho
NOTE Ammoniti 33′ Peruzzi, 43′ Bradley, 51′ Castro, 74′ Barrientos, 78′ Biraghi

[22-12-2013]

 
Lascia il tuo commento