Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La Roma batte il Napoli e chiude sopra alla Lazio

Nell'ultima di campionato i giallorossi vincono 2-1 (reti di Marquinho, Destro e Cavani) e scavalcano i cugini in vista del derby di Coppa.

Un minimo di senso, questa partita, lo ha assunto alla mezz'ora del secondo tempo. Ovvero, quando i maxischermi dell'Olimpico annunciavano il gol del Cagliari contro la Lazio. Due conti, e saltava fuori che la Roma era finita davanti ai biancocelesti in classifica. Da lì, l'incredibile Sud ha trascinato i giallorossi alla difesa di un risultato contro il Napoli improvvisamente prezioso.

PRIMO TEMPO – E sì che l'unico vero motivo di interesse per questa sfida sembrava sedere sulla panchina napoletana: quel Walter Mazzarri ormai prossimo all'addio all'ombra del Vesuvio e fra i principali indiziati a divenire l'allenatore futoro della Roma. Il presente, invece, parla di un Napoli sia pur in vacanza ma con una formazione quasi titolare e Andreazzoli che, invece, dà spazio al turnover in vista del “derby finale” di domenica. Così, a centrocampo risbucano Bradley e Tachtsidis, mentre in attacco ci sono Lamela, Pjanic e Marquinho dietro a Destro. Dopo 4', grave infortunio alla caviglia per Pandev, che deve lasciare il posto a El Kaddouri. Al 9', punizone dal limite di Pjanic alzata sopra la traversa da Rosati. Al quarto d'ora è Cavani ad avere la palla del vantaggio, favorito da uno svarione clamoroso di Burdisso, ma a tu per tu con Lobont spedisce fuori. Dopodiché, la gara va avanti con una leggera supremazia della Roma, che colleziona una clamorosa occasione da gol allo scadere: Rosati si oppone a un destro a girare di Marquinho, e sulla respinta Destro trova prima il palo e poi il salvataggio sulla linea di Cannavaro.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa, la Roma aumenta l'intensità di gioco e trova subito il vantaggio. Merito di un gran sinistro di controbalzo dal limite di Marquinho, su assist di Lamela. Mazzarri mette dentro Armero per Britos, ma il Napoli sembra già in vacanza. Così, al 13' c'è il raddoppio: stavolta la gran giocata è di Destro, che si libera splendidamente in mezzo a due difensori in area e mette in rete, nonostante la deviazione di Rosati. Andreazzoli inserisce Pirs per Torosidis, Florenzi per Pjanic e Perrotta (potrebbe essere la sua ultima partita in campionato con la Roma) per Dodò. Al 38' il Napoli trova un gol abbastanza casuale, con una sfortunata respinta di Lobont in uscita che carambola prima sul viso di El Kaddouri e poi finisce a Cavani, che a porta vuota mette in rete. Ma nel finale, sospinta dal pubblico verso il primato cittadino, è la Roma a sprecare di più. Fra le altre occasioni, da segnalare la magia di Lamela al 46', con l'argentino che si trascina dietro l'intera difesa napoletana ma poi conclude da due passi su Rosati.
Gli scaramantici lo leggeranno come un buon segno in vista di domenica prossima, gli snob come provincialismo. Sta di fatto che dopo due anni la Roma torna a piazzarsi davanti alla Lazio in classifica. Tutto ciò rende meno amaro il finale di un campionato comunque da dimenticare, ma può dare carica all'ambiente. Ambiente che, a onor del vero, quest'anno è stato quasi sempre in grado di dissipare qualunque scorta di entusiasmo. La speranza è che si arrivi a domenica con la testa giusta. Perché il rebus principale di questa Roma rimane lì, e non nei piedi che pure non mancano.

Simone Luciani

Roma-Napoli 2-1

Roma: Lobont; Torosidis (67′ Piris), Burdisso, Castan, Dodò; Bradley, Tachtsidis; Lamela, Pjanic (76′ Florenzi), Marquinho; Destro. A disp.: Goicoechea, Svedkauskas, Romagnoli, Taddei, Lucca, Osvaldo, Lopez. All.: Andreazzoli.
Napoli: Rosati; Rolando, Cannavaro (79' Calaiò), Britos (52′ Armero); Maggio, Behrami, Dzemaili, Zuniga; Hamsik; Cavani, Pandev (7 ‘El Kaddouri). A disp.: De Sanctis, Colombo, Gamberini, Grava, Mesto, Inler, Donadel, Radosevic. All.: Mazzarri
Arbitro: Banti di Livorno
Marcatori: 46′ Marquinho, 58′ Destro, 84′ Cavani
Note: Ammoniti 78′ Destro, 80′ Rolando, 85′ Dzemaili, 87′ Armero. Spettatori 32.454

[19-05-2013]

 
Lascia il tuo commento