Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma corsara a Firenze.

Battuti i viola 1-0 con rete di Osvaldo al 92'. La Fiorentina spreca troppo.

Diceva bene, pro domo sua, il povero Vincenzino Montella: avrebbe voluto Osvaldo, per questo sabato sera. Come lui, la Firenze viola, prima e soprattutto dopo la partita. Perché è stato proprio l'uomo giallorosso più chiacchierato (in fatto di mercato) a regalare alla Roma una vittoria di importanza capitale, che definire corsara è un eufemismo. Dopo un primo tempo abbastanza equilibrato, infatti, nella ripresa è andata in scena una gara a senso unico, con i toscani in costante possesso di palla e quasi sempre riversati nella trequarti capitolina. Tanto che, quando all'ultimo minuto, su una delle poche azioni d'attacco romaniste, proprio il numero nove è svettato in aria e ha battuto Viviano con un perentorio colpo di testa, il Franchi è rimasto gelato, di sorpresa e di rabbia.

PRIMO TEMPO – Andreazzoli ripropone il 4-2-3-1, con Burdisso al posto di Marquinhos, Bradley sulla mediana con De Rossi e Osvaldo in attacco. La gara si propone, nei primi 35 minuti, come estremamente equilibrata, tanto che le poche emozioni arrivano su tiri da lontano. Di Osvaldo e di Totti, per la Roma, con risposte pronte di Viviano. Al 34' paura per Lobont, che in uscita impatta con Gonzalo Rodriguez e rimane diversi minuti a terra: rimarrà in campo solo fino alla fine del primo tempo. Ma tanto basta per salvare la propria porta al 38', quando Jovetic si ritrova fra i piedi un tiro di Aquilani e conclude da centroarea, trovando il miracoloso riflesso del romeno e poi il palo. Da questo momento, e per tutta la ripresa, la Fiorentina prenderà campo e possesso di palla.

SECONDO TEMPO – Brivido per i tifosi giallorossi quando in porta, al posto di Lobont, si presenta Goicoechea. L'abbraccio dell'uruguayano con Andreazzoli, tuttavia, è propiziatorio: il portiere, al 14', compie un grande intervento su tiro da fuori di Ljajic e salva il risultato. Da qui, le occasioni viola fioccano. Una su tutte, il salvataggio di De Rossi in scivolata su Aquilani lanciato a rete. Ma a sorprendere è la capacità dei viola di stringere la Roma nella propria trequarti, senza consentirle, per lunghi minuti, di imbastire più di tre passaggi consecutivi. Poi però, quando tocca agli uomini seduti in panchina compiere le proprie mosse, qualcosa cambia. Perché Montella, con Toni e Fernandez per Jovetic e Aquilani (infortunato) fa perdere molto alla squadra in fase di palleggio, mentre Andreazzoli, con Marquinhos e Pjanic per Florenzi e Lamela, toglie due giocatori spenti e inefficaci per dare equilibrio alla squadra e inserire un giocatore assai ispirato. Tanto che la pressione viola diminuisce, e al 35' per Osvaldo c'è l'occasione del vantaggio, sprecata con un diagonale troppo largo da ottima posizione. Un minuto dopo proteste toscane per un braccio-spalla di De Rossi in area. Poi, il finale incredibile. Al 1' di recupero Pizarro lascia partire un bolide di destro che si stampa sull'incrocio dei pali. Sul capovolgimento di fronte, corner di Pjanic e testa di Osvaldo lasciato incredibilmente solo nell'area piccola: è il gol vittoria.
C'è chi fra i giallorossi rimpiange i tanti punti buttati al vento nel corso di questa stagione. Sul piano matematico l'argomento è inattaccabile ma, a essere onesti, la Fiorentina è parsa stasera molto più squadra della Roma, soprattutto sul piano del gioco. Tuttavia, non va dimenticato che abbiamo lamentato la mancanza di carattere e cinismo dei giallorossi per un'intera stagione. E' vero che una rondine non fa primavera, ma nel prossimo anno di tante e tante di queste gare ci sarà bisogno. Intanto, il finale si apre a nuove e più rosee prospettive, con i giallorossi che compiono un importante balzo verso l'Europa League, e la Fiorentina risucchiata nella lotta per l'Europa classe 2.

Simone Luciani

Fiorentina-Roma 0-1

Fiorentina: Viviano; Tomovic (79′ Tomovic), Rodriguez, Compper, Pasqual; Aquilani (71' M. Fernandez), Pizarro, Valero; Cuadrado, Jovetic (71' Toni), Ljajic. A disp.: Neto, Lupatelli, Romulo, Hegazi, Wolski, Migliaccio, Llama, El Hamdaoui, Toni, Larrondo. All.: Montella
Roma: Lobont (46' Goicoechea); Torosidis, Burdisso, Castan, Balzaretti; De Rossi, Bradley; Lamela (63′ Pjanic), Totti, Florenzi (75′ Marquinhos); Osvaldo. A disp.: Piris, Romagnoli, Dodò, Taddei, Perrotta, Tachtsidis, Marquinho, Nico Lopez, Destro. All.: Andreazzoli
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo
Note: ammoniti 61′ De Rossi, 64′ Balzaretti, 65′ Tomovic, 79′ Toni, 93′ Osvaldo
Marcatori: 92′ Osvaldo.

[05-05-2013]

 
Lascia il tuo commento