Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Pazza Roma: battuto il Siena 4-0.

Tripletta di Osvaldo e capolavoro di Lamela: incredibile mutamento rispetto alla partita col Pescara.

L'indecifrabile Roma, a sorpresa, stravince. Lo fa contro un motivatissimo Siena, in piena lotta per non retrocedere. E lo fa con una nettezza di gioco e di risultati praticamente sconosciuta, quest'anno. Merito di uno scatto d'orgoglio e della giornata di grazia del proprio tridente e, in particolare, proprio di Pablo Daniel Osvaldo. Non è bastata al centravanti, tuttavia, una grande tripletta a ricomporre il rapporto con la tifoseria. Basta, però, a fare un bel salto in classifica prima di un finale di campionato, quello giallorosso, assai complesso.

PRIMO TEMPO – Andreazzoli costretto a diverse scelte obbligate: in difesa Burdisso sostituisce Marquinhos e Torosidis viene preferito a Piris, mentre a centrocampo Bradley vince il ballottaggio con Pjanic. Sulla trequarti la linea è composta da Totti, Florenzi e Lamela, con Osvaldo in attacco. In porta Lobont scavalca Goicoechea nelle gerarchie e sostituisce l'infortunato Stekelenburg. Proprio Osvaldo, fischiatissimo, dopo quattro minuti viene liberato da una gran punizione di Totti, ma Pegolo si salva in qualche modo. L'appuntamento col vantaggio è solo rimandato: al 13' velocissima azione Totti-Lamela-Osvaldo, con quest'ultimo che a tu per tu con Pegolo lo batte con un pallonetto ed esulta col gesto delle orecchie, che i tifosi romanisti conoscono da tempo immemore. Appena due minuti e c'è il raddoppio: Totti serve Lamela, che ai sedici metri fredda Pegolo con un gran sinistro al volo. L'unica reazione del Siena c'è al 23', con un gran destro di Emeghara e una gran risposta di Lobont. Al 25' ancora una gran giocata di Osvaldo che colpisce il palo con un potentissimo destro in diagonale. E così scorre il primo tempo: con la Roma in costante controllo del match e con folate pericolose, e un Siena praticamente nullo. Al 33' De Rossi deve abbandonare il campo per un acciacco, e al suo posto entra Pjanic, che riesce a farsi ammonire dopo 5' per un fallo di mano. Al 40', però, il terzo gol: Florenzi recupera un pallone d'oro a fondocampo e serve a Osvaldo lo scarico per il facile 3-0.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre, prevedibilmente, a ritmi assai più lenti del primo tempo. Iachini già pensa a salvaguardare energie, con Agra per Valiani, e l'unico segno di vitalità del Siena è al 16', con Lobont che respinge un tiro a girare di Emeghara. Al 21', invece, il quarto gol romanista: a firmarlo è di nuovo Osvaldo, che trasforma una respinta di Pegolo su conclusione di Totti. L'esultanza, sotto la Sud, non è delle migliori, e il pubblico lo fischia ancora più sonoramente. Segno di un divorzio ormai inevitabile. Il finale, con poco significato, vede la prevedibile girandola di sostituzioni e, sul piano delle occasioni, una girata di destro di Perrotta che sfiora l'incrocio dei pali.
Pregi e difetti di una squadra giovane, talentuosa ma con pochissimo carattere abbiamo imparato a conoscerli, e oggi abbiamo visto i pregi. La partita, pure assai più insidiosa di quella col Pescara, è stata davvero senza storia. Da incorniciare, al contrario di quanto succeda solitamente, il primo tempo. Sul piano dei singoli, è fin troppo facile sottolineare la prestazione di Osvaldo. Tuttavia, come detto, il rapporto fra il centravanti e l'ambiente sembra essersi definitivamente incrinato. Accadde a Delvecchio, di essere fischiato dopo un gol, ma a lui bastò una doppietta per trasformare fischi in applausi. Anche perché, il pubblico gli riconosceva un impegno assai maggiore. Ma tant'è: sarà un finale di campionato da vivere alla giornata e, visti i risultati di Lazio e Inter, questa è stata una bella giornata.

Simone Luciani

Roma-Siena 4-0

Roma: Lobont; Torosidis, Burdisso,Castan, Balzaretti; Bradley, De Rossi (34′ Pjanic), Florenzi; Lamela (68′ Perrotta), Osvaldo, Totti (75′ Lopez). A disp.: Goicoechea, Svedkauskas, Romagnoli, Piris, Taddei, Tachtsidis, Pjanic, Lucca, Perrotta, Lopez. All.: Andreazzoli
Siena: Pegolo; Terzi, Paci, Felipe; Angelo, Vergassola (82′ Verre), Della Rocca, Rubin; Valiani (54′ Agra), Rosina (73′ Calello); Emeghara. A disp.: Farelli, Grillo, Terlizzi, Texeira, Agra, Verre, Calello, Bolzoni, Reginaldo, Mannini, Bogdani, Paolucci. All.: Iachini
Arbitro: Russo di Nola. Assistenti: Tonolini e Giordano. IV uomo: Petrella. Assistenti di porta: Guida e Tommasi.
Marcatori: 14′ Osvaldo, 15′ Lamela, 41′ Osvaldo, 67′ Osvaldo
Note: Ammoniti 39′ Pjanic, 60′ Vergassola Spettatori 41.949

[28-04-2013]

 
Lascia il tuo commento