Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, a Udine solo un punto

Finisce 1-1: a Lamela risponde Muriel. Errore decisivo di Osvaldo nel finale.

La striscia positiva della Roma si ferma a Udine. O meglio, i giallorossi, in un campo storicamente ostico, non vanno oltre un pareggio che poteva ben essere qualcosa di più. In vantaggio nel primo tempo, infatti, gli uomini di Andreazzoli hanno subito un pareggio evitabile e nel finale, in superiorità numerica, non sono riusciti ad acciuffare i tre punti. Un'occasione sprecata, soprattutto per come si era messa la gara. Sul risultato pesa come un macigno un clamoroso errore di Osvaldo nei minuti conclusivi del match.

PRIMO TEMPO – Andreazzoli, con gli uomini contati soprattutto nel mezzo, recupera Castan e lo reinserisce subito al posto del celebratissimo Romagnoli. E' dalla cintola in su, tuttavia, che il tecnico stravolge la formazione: senza la regia di Pjanic e con Osvaldo impresentabile, Totti fa la prima punta come con Spalletti, e alle sue spalle agiscono come incursori Perrotta, Florenzi e Lamela. Marquinho e Torosidis sulle fasce. I primissimi minuti sono di marca bianconera, e culminano con un'occasione per Di Natale, che dai sedici metri conclude a botta sicura ma trova una grande risposta di Stekelenburg. Ma la Roma impiega poco a prendere le misure, e lo fa grazie alle incursioni di Florenzi e alla regia alta di Totti. E' il capitano a lanciare, al 19', proprio Florenzi, ma il cursore conclude su Brkic in uscita. Appena un minuto dopo, l'asse è lo stesso: cross di Totti per Florenzi e colpo di testa di quest'ultimo su cui si supera Brkic, ma stavolta sulla respinta c'è Lamela a ribadire in rete. E, dopo il vantaggio, tutto sembra filare liscio: l'organizzazione difensiva giallorossa è praticamente perfetta, e anzi è la Roma a dare la sensazione di poter giungere più facilmente al gol. Senza, tuttavia, trovare la zampata giusta, e questo peserà nella ripresa.

SECONDO TEMPO – Perché, nella ripresa, l'intensità inevitabilmente cala, e l'Udinese alza il baricentro. Non convince, al 16', la sostituzione di Totti con Osvaldo (oltre che per ragioni di forma, anche per il diverso lavoro tattico svolto dai due), e, coincidenza, al 17' arriva il pari dei bianconeri: Muriel guadagna il fondo in area, mette a sedere Burdisso sulla linea di fondo, rientra e conclude, trovando il pertugio vincente proprio fra le gambe di Stekelenburg. Né il portiere né il difensore, nella circostanza, sono esenti da colpe. Il calo fisico dei giallorossi è piuttosto evidente, eppure avrebbero l'opportunità di spostare a loro favore l'inerzia: al 28' Heurtaux entra su Florenzi in maniera pericolosissima a centrocampo e viene espulso. Guidolin si prepara al finale di sofferenza coprendosi, e ha ragione. Al 31' Torosidis viene atterrato in area, ma l'arbitro Guida lo ammonisce per simulazione. Al 35' Lamela ci prova con una punizone dal limite, ma la conclusione è troppo centrale. Gli ultimi minuti Andreazzoli se li gioca con Nico Lopez e Balzaretti per Florenzi e Marquinho. Il match-ball lo avrebbe Osvaldo su lancio di Balzaretti, ma il comodo pallonetto su Brkic in uscita finisce clamorosamente a lato.

Come da copione, per questa nuova Roma targata Andreazzoli hanno pesato gli episodi, e stavolta i giallorossi non hanno trovato quello vincente. Ovvio che se Osvaldo avesse buttato dentro il facile pallone capitatogli nel finale parleremmo ora di un'altra partita, ma è altrettanto evidente che questa squadra, molto solida a livello difensivo, ha invece grandi difficoltà a produrre gioco. E' anche per questo che forse Totti sarebbe stato utile nel finale di match. Sullo sfondo, però, rimane un'osservazione: un pareggio a Udine è più che dignitoso, e a pesare sulla classifica deficitaria non sono certo i due punti mancanti di oggi, ma i tanti gettati alle ortiche strada facendo.

Simone Luciani

Udinese-Roma 1-1

Udinese: Brkic, Heurtaux, Danilo, Domizzi; Basta, Badu, Allan, Gabriel Silva, Maicosuel (70′ Pereyra) ; Muriel (74′ Angella); Di Natale (85′ Ranegie).
A disp.: Padelli, Pawlowski, Angella, Merkel, Rodriguez, Campos Toro, Ranegie, Pereyra, Zielinski.
All.: Guidolin.
Roma: Stekelenburg; Piris, Burdisso, Castan; Torosidis, De Rossi, Florenzi (85′ Nico Lopez), Marquinho (87′ Balzaretti), Perrotta; Lamela; Totti (60′ Osvaldo).
A disp.: Goicoechea, Lobont, Dodò, Romagnoli, Taddei, Balzaretti, Tachtsidis, Lucca, Osvaldo, Lopez.
All.: Andreazzoli
Arbitro: Guida di Torre Annunziata. Assistenti: Crispo e Giordano. IV uomo: Vuoto. Assistenti di porta: Rizzoli e Irrati.
Marcatori: 20′ Lamela, 62′ Muriel
Note: Ammoniti 43′ Maicosuel, 45′ Totti, 49′ Domizzi, 64′ Florenzi, 76′ Torosidis Espulsi: 73′ Heurtaux

[10-03-2013]

 
Lascia il tuo commento