Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

La Virtus rimane in corsa

Superata Capo d'Orlando. Playoff ancora possibili

Torna alla vittoria in campionato l'Acea Roma, che si impone 67-63 contro l'Upea Capo d'Orlando in un autentico spareggio per continuare ad alimentare le residue speranze nella corsa playoff. Lo fa al termine di una gara decisamente poco spettacolare, che il quintetto locale aggredisce positivamente all'inizio, per poi perderne - complice la stanchezza per lo sfiancante impegno europeo di metà settimana - il controllo, finendo per mettere a repentaglio una vittoria ampiamente prevedibile in fase di pronostico.

La deficitaria produzione offensiva da tre punti (un misero 2/23 dall'arco), solitamente punto di forza della squadra di coach Dalmonte, contribuisce a minare progressivamente le certezze, mentre dalla parte opposta i siciliani, sospinti a gran voce dai propri tifosi giunti al seguito, prima ritrovano la parità nel corso nel terzo periodo di gioco, per poi passare a condurre anche di sette punti a cinque minuti dal termine.

E' l'immenso Bobby Jones a togliere per l'ennesima volta le castagne da un fuoco che diventa sempre più minaccioso, con la sua energia ed i canestri talvolta impossibili che permettono prima il riaggancio ed infine il definitivo sorpasso proprio allo scadere dei quaranta minuti. Quasi il vuoto intorno alla dominante ala losangelina: al di sotto dei consueti standard le prove di Gibson e Stipcevic; imprecisi, ma coinvolti D'Ercole e Gibson, le note positive arrivano dai lunghi Ebi e soprattutto Jordan Morgan, che sebbene poco coinvolti garantiscono un adeguato numero di punti e rimbalzi.

Passata la paura, e vinta una partita per certi versi impossibile da perdere, la Virtus si ritrova a fare i conti con una classifica che, complici i risultati dagli altri campi, non è più spietata como solo sette giorni orsono. Pesano ancora come macigni i quattro punti regalati in trasferta alle pericolanti Caserta e Pesaro, le quali però si stanno riprendendo, e contribuiscono a rendere ancora più equilibrato un campionato già soddisfacente da questo punto di vista.

Ma le note più positive per la Virtus arrivano sicuramente dall'Europa, e più precisamente dalla partecipazione all'Eurocup, dove la squadra capitolina si è qualificata con un turno di anticipo ai quarti di finale, grazie ad una difficile e prestigiosa vittoria sul lontano campo di Volgograd, in Russia. La prossima gara interna, che la vedrà opposta mercoledi 11 (ore 20,30) agli spagnoli del Saragozza, non avrà nessuna importanza se non quella di definire il piazzamento, decisivo per l'incrocio del prossimo turno. In campionato, invece, appuntamento per domenica 15 alle ore 18,15 sul proibitivo campo di Sassari per continuare una rincorsa che da impossibile è diventata ora solo improbabile.

Andrea De Paolis

[09-02-2015]

 
Lascia il tuo commento