Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Il pronostico di Alato - speciale playoff -

Acqua Vitasnella Cantý-Acea Roma

 

 

Il campionato ha, finalmente, emesso i suoi inappellabili verdetti, stabilendo la retrocessione in Lega Gold della Sutor Montegranaro ed il tabellone dei Playoff, validi per lo scudetto 2014:

 

Milano - Pistoia

Semifinale

Finale

Campione d'Italia 2014

Sassari - Brindisi

Siena - Reggio Emilia

Semifinale

Cantù - Roma

 

Ricordando che i quarti si giocheranno al meglio delle cinque partite, mentre semifinali e finalissima saranno disputate, come lo scorso anno, su sette eventuali incontri, la stagione regolare ci ha confermato che la favoritissima per lo scudetto è sicuramente Milano, ci ha presentato tre graditissime sorprese, Brindisi, Pistoia e Caserta - uscita dai Playoff solo all'ultimo tuffo - e ha determinato tre fortissime delusioni, Venezia, Avellino e Varese. Tutte le altre compagini hanno, più o meno, rispettato il pronostico dell'estate, come Cantù e Roma che si disputeranno un posto in semifinale nelle prossime gare, le quali, in sequenza, si giocheranno, al Pianella, martedì 20 maggio (ore 20,30, diretta TV su Rai Sport 1) e giovedì 22, al Pala Tiziano - che vorremmo gremito in ogni ordine di posti -, sabato 24 maggio e - se una delle due squadre non raggiungerà il 3/0 - lunedì 26, con l'eventuale spareggio decisivo programmato mercoledì 28 maggio in Brianza.

E' uno scontro che sa di storia della pallacanestro italiana e di grande tradizione cestistica e che ha visto come ultimo precedente quello delle semifinali dello scorso anno, quando i capitolini, con il favore dello spareggio casalingo, hanno sconfitto i canturini in una serie entusiasmante ed equilibratissima, tra supplementari, rimonte e grandi momenti di basket. Anche quest'anno le due squadre hanno dimostrato grande equilibrio, pur se i brianzoli sono riusciti a vincere le due gare disputate, ma entrambe di un soffio (e la prima, di nuovo, all'over time). In particolare, appaiono equilibratissimi i duelli che si accenderanno in molti minuti di gioco tra i due abituali starting five:

 

GIOCATORE

PUN

MIN

% FG

%1

RIM

PALLE

ASS

VAL

+/-

%2

%3

T

O

D

T

P

R

JOE RAGLAND

16,3

30,4

55,1

48,1

51,9

82,4

0,7

2,8

3,5

2,1

1,0

3,4

16,4

+5,6

JOSH MAYO

11,2

30,0

51,0

35,9

44,3

87,0

0,6

1,3

1,9

1,9

1,3

2,7

9,9

-0,9

 

MICHAEL JENKINS

9,9

25,7

51,7

37,0

43,8

96,4

0,5

2,0

2,5

1,8

1,2

2,1

8,8

+1,6

PHIL GOSS

14,8

30,8

53,2

39,0

47,8

90,6

0,5

2,1

2,6

2,4

1,3

2,5

12,3

+1,0

 

PIETRO ARADORI

15,1

30,0

57,3

38,9

50,5

85,5

0,7

3,9

4,6

2,1

0,7

2,7

17,6

+2,9

QUINTON HOSLEY

12,0

30,5

47,4

27,5

39,4

75,8

1,8

3,3

5,1

2,9

2,1

2,1

13,0

+2,8

 

MAARTEN LEUNEN

7,4

31,1

44,4

40,5

41,9

82,1

1,1

4,2

5,3

1,1

0,6

2,9

10,7

+6,7

BOBBY JONES

11,3

26,8

56,9

42,4

51,4

73,2

1,2

3,3

4,5

1,7

1,4

1,3

12,7

+0,9

 

MARCO CUSIN

6,9

22,7

58,3

-

58,3

74,3

1,2

4,1

5,3

1,1

0,6

0,9

10,5

+4,4

TREVOR MBAKWE

9,9

27,8

58,5

-

58,5

74,8

3,1

6,2

9,3

2,2

0,6

0,4

16,1

-2,5

 

In questo contesto, anche statistico, di grande equilibrio, saranno alcuni particolari a decidere l'esito di ogni singolo match: i correttivi che sapranno presentare gli staff tecnici all'impianto di base delle loro squadre; l'apporto delle panchine che nei Playoff è minore quantitativamente ma spesso decisivo qualitativamente (con Gentile, per i brianzoli, e Baron, per i romani, sugli scudi); eventuali improvvisi cali di forma di qualche giocatore o, peggio, qualche loro infortunio; gli dei del basket che, a volte, indirizzano casualmente le partite verso una direzione inaspettata.

Roma, che parte indubbiamente sfavorita non ultimo per dover espugnare almeno una volta l'imbattuto Pianella, dovrà cambiare radicalmente l'atteggiamento difensivo delle ultime giornate e tornare a difendere forte come ha fatto nel girone d'andata, quando girò la boa a pari punti con Cantù. Può farlo se i suoi migliori difensori, D'Ercole, Hosley, Bobby Jones e Mbakwe, alzeranno l'intensità e se Dalmonte saprà, finalmente, ruotare le difese al suo arco con logica imprevedibilità, come sicuramente farà coach Sacripanti. In particolare, vediamo con favore una crescita del minutaggio di D'Ercole in asfissiante marcatura su Ragland e che la scelta del settimo straniero da iscrivere a referto ricada sul giovane e mobile montenegrino Kanacevic, piuttosto che sull'appesantito polacco Szewczyk, specialmente perché i potenziali avversari saranno il croato Ivan Buva e Adrian Uter che reputiamo in eccessivo vantaggio atletico rispetto a Szymon, il quale, invece, potrebbe risultare decisivo negli scontri senza domani (eventuale quarta e quinta gara), per la sua grande esperienza.

Sappiamo che questa è una rubrica che viene letta anche per il pronostico finale, ma in quest'occasione di grande equilibrio e di duelli interessantissimi e il cui esito sarà legato a particolari imprevedibili, ci limiteremo a dire che la piuma che sposterà l'equilibrio della serie sarà probabilmente determinata dal calorosissimo tifo del Pianella che in una entusiasmante gara cinque saprà dare la scossa decisiva ... Buon basket a tutti, nella segreta speranza che questo non sia ... l'ultimo articolo della stagione!

 

Alato

[18-05-2014]

 
Lascia il tuo commento