Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Domenica torna il basket

La rinnovata Virtus al debutto in trasferta

La lunga estate del basket è finalmente terminata. Dopo l'emozionante ma sfortunata partecipazione della Nazionale di Pianigiani agli Europei in Slovenia, riparte domenica prossima il Campionato Italiano, giunto alla 92a edizione. Nonostante il titolo di Campione d'Italia resista ormai da sette lunghi anni sulle maglie di Siena, già dalla passata stagione sono arrivati chiari segnali di un maggiore equilibrio tra le squadre di vertice, come dimostrato da Varese vincitrice della regular season e dalla Virtus Roma, giunta a sorpresa a disputare la finale-scudetto.

Il campionato 2013-14 si annuncia quindi assai più incerto del solito, e vede al via almeno quattro pretendenti "pesanti" alla successione di Siena, benchè quest'ultima, malgrado il grosso rinnovamento, sembra ancora lungi dal gettare la spugna. Milano, Sassari, Cantù, Varese, aspirano tutte legittimamente al podio più alto in virtù di budget e tradizione anche recente, mentre Reggio Emilia, Avellino, Bologna, Venezia partono ugualmente con notevoli ambizioni, non necessariamente legate all'esclusivo raggiungimento dei playoff.

Discorso a parte merita la Virtus Roma: arrivata lo scorso giugno, tra la sorpresa generale, a contendere il titolo a Siena, la compagine romana si è mossa sul mercato con anticipo, riuscendo ad allestire un roster più profondo ed in grado, sulla carta, di competere alla pari nel campionato italiano e di non sfigurare sulla ribalta europea, dove la Virtus torna dopo un paio d'anni di digiuno. Andiamo ad analizzare nel dettaglio la nuova formazione allestita dal GM Alberani e che sarà guidata in panchina dal nuovo coach Luca Dalmonte:

ESTERNI: confermati il potenziale NBA Jordan Taylor, il leader occulto Phil Goss ed il prezioso Lorenzo D'Ercole, tutti reduci da una stagione da protagonisti e tutti animati da nobili motivazioni per rimanere a Roma, il reparto - il più debole numericamente la scorsa stagione - si arricchisce con Riccardo Moraschini, Jimmy Baron ed il giovane Marco Reali. Se il primo non è ancora esploso a dispetto del suo potenziale universalmente riconosciuto, il secondo, proveniente dal campionato russo, si presenta con un titolo europeo appena conquistato (l'Eurocup 2013) e la fama indiscussa di tiratore pressochè infallibile.

ALI: partito Datome, il sostituto, sia pure diverso per caratteristiche, sarà Quinton Hosley, già visto in Italia a Sassari. Splendido difensore e contropiedista, la sua presenza conferisce alla Virtus un alto tasso di atletismo e spettacolarità. Confermato Bobby Jones, in predicato di acquisire un nuovo status di cotonou e chiamato a limitare la sua irrequietezza a vantaggio dell'indiscutibile agonismo. Lieto ritorno, invece, quello di Alex Righetti, protagonista di lunghe stagioni alla Virtus ed in grado, a dispetto dell'età, di garantire minuti di qualità grazie al suo fisico ed al suo immutato tiro. Completa il reparto l'immarcescibile Tonolli, arrivato alla ventesima stagione in maglia Virtus e sempre più simbolo della squadra.

CENTRI: alla sostituzione dell'esplosivo Gani Lawal, approdato anch'egli in NBA, dovranno provvedere due giocatori apparentemente complementari ed in grado di fornire, almeno in teoria, un elevato apporto di punti e rimbalzi. Callistus Eziukwu, proveniente dal campionato greco dopo aver a lungo girovagato, abbina buone mani ad un fisico da intimidatore benchè non velocissimo, mentre Trevor Mbakwe, rookie appena uscito da Minnesota con ottimi numeri e referenze, è in grado di fare la voce grossa, non solo metaforicamente, sia a rimbalzo sia al tiro da sotto, specie in schiacciata.

Il debutto in campionato della Virtus avverrà domenica prossima, ore 18.15, sul campo della Sutor Montegranaro, partita decisamente abbordabile per la formazione romana, ma da non prendere sotto gamba in un campionato storicamente equilibrato - almeno dal secondo posto in giù - come quello italiano. Per vedere all'opera in casa i nuovi e vecchi beniamini degli appassionati romani bisognerà invece attendere il 16 ottobre, quando è fissato il debutto in Eurocup contro i francesi del Gravelines.

Andrea De Paolis

[08-10-2013]

 
Lascia il tuo commento