Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Acea ancora sconfitta a Sassari

Troppo forti i sardi. Roma in evidente calo

Dura solo un quarto la Virtus Roma, al cospetto della Dinamo Sassari nella partita-spareggio valevole per il secondo posto nella regular-season alle spalle della battistrada Varese. Prevalgono i sardi 105-87 ed il punteggio finale rispecchia fedelmente i valori tecnici di due squadre profondamente diverse per composizione del roster e, adesso si può dire serenamente, per ambizioni di vertice.

I padroni di casa, infatti, reduci da tre sconfitte consecutive si sono presentati alla palla a due con il sangue agli occhi, tutti intenzionati a dimostrare il loro non poco valore anche in funzione dei nuovi arrivi dal mercato, solo annunciato quello di Sani Becirovic, già operativo quello di Drew Gordon, all'esordio in maglia Dinamo e autore di un ottima prova.

Al contrario la Virtus, alleggerita in settimana dell'oggetto misterioso somalo Faisal Aden, ha provato a mettere sul parquet tutte quelle doti difensive e di abnegazione utili finora ad ottenere la bella posizione in classifica, ma i limiti evidenti del proprio organico sono emersi nella loro pienezza.

Così, dopo il primo quarto equilibrato, caratterizzato dall'imprecisione al tiro e dalle molte palle perse su entrambi i fronti, chiuso dai romani avanti di due punti, i rimanenti trenta minuti sono stati un lungo esercizio balistico che non ha potuto che premiare i biancoblu padroni di casa, guidati al solito dagli implacabili cugini Diener.

La differenza, oltre alla qualità e alla precisione del gioco ispirato da coach Sacchetti, l'ha fatta anche la panchina: decisivi i 17 punti di Brian Sacchetti con 6/7 al tiro; importanti i 10 del nuovo arrivato Drew Gordon; chirurgici i 5 di De Vecchi, mentre dalla parte opposta solo i titolari, e alcuni con colpevole ritardo, garantivano la pur insufficiente produzione offensiva.

Sfumata con certezza la chimera del secondo posto, per la Virtus rimangono tre partite non eccessivamente proibitive per cercare di mantenersi nei primi quattro posti, prima di affrontare i playoff. L'impegno più ravvicinato è quello di domenica prossima, ore 12, in casa contro Brindisi. La speranza, oltre quella di tornare alla vittoria, è anche quella di vedere in maglia Virtus un nuovo acquisto, possibilmente adeguato, per consentire alla formazione di Calvani di giocarsi le proprie chance nella post-season.

Andrea De Paolis

[14-04-2013]

 
Lascia il tuo commento