Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Il piano Bondi taglia la sanitÓ romana. San Filippo Neri in ginocchio

940 i tagli dei posti letto previsti. Molti reparti rischiano la chiusura

Periodo nerissimo per la Sanità laziale. Il piano operato dal commissario Bondi per ridefinire la rete ospedaliera sembra sempre di più una tagliola per le strutture presenti sul territorio. Un piano comunque provvisorio, perchè verrà presentato il prossimo 31 dicembre(scadenza del suo mandato) e passerà poi nelle mani del nuovo governo regionale le cui elezioni sono previste per il mese di febbraio. Il piano prevede circa 940 tagli ai posti letto e accormpamenti.

L'ospedale più colpito è il San Filippo Neri. Dovrebbero essere 120 i posti letto in meno degli attuali 542. Diversi i reparti che verrebbero chiusi: cardiochirurgia, neurochirurgia, terapia intensiva neonatale, chirurgia toracica, maxillofacciale e geriatria con il Cto riconvertito in struttura territoriale riabilitativa. Un problema non solo per nmedici, tecnici e infermieri che ieri avevano occupato i reparti di cardiochirurgia e di neurochirurgia, ma anche per i numerosi pazienti che dovrebbero rivolgersi altrove. Gli altri tagli riguardano il Pertini con 39 posti letto in meno, 50 all’Umberto I e al San Giovanni, 72 al Santo Spirito. Quest'ultimo, situato nel centro di Roma, vedrà la chiusura anche dei reparti di urologia e chirurgia vascolare. Per quanto riguarda l'ospedale della Garbatella è previsto un accorpamento di vari reparti che causerebbe il declassamento da trauma center specialistico a struttura riabilitativa.

[18-12-2012]

 
Lascia il tuo commento