Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Manuale d'amore 3

di Giovanni Veronesi. Con Robert De Niro, Monica Bellucci, Carlo Verdone

di Clelia Verde

Tre nuovi episodi per ogni età dell’amore. In Giovinezza il giovane e brillante avvocato Roberto, a un passo dalle nozze con Sara, vivrà un incontro travolgente con la bella e stravagante Micol. Maturità è la storia di un affermato anchorman televisivo, felicemente sposato, che viene travolto in una tragicomica avventura con una stalker. Oltre, infine, racconta l’incontro di Adrian, un professore americano di storia dell’arte, con Viola, la figlia di Augusto, suo amico e portiere dello stabile romano in cui vive.
   
Il terzo bignami dell’amore di Veronesi non solo è vacuo come i primi due, ma sta andando pure malino, con incassi al di sotto di ogni previsione dato il successo dei primi due film, la distribuzione capillare (più di 700 sale) e il cast galattico messo assieme per l’operazione.

Si comincia subito con Cupido, il legante dei tre episodi nonché tassista dell’amore, interpretato da Emanuele Propizio che ha da solo il compito di catturare il pubblico degli adolescenti. Se questo espediente non riesce a dare un’idea di coesione tra i tre episodi riesce però ad imbrattare subito tutto con un alone vagamente trash. Arriva poi il primo episodio con Riccardo Scamarcio, Valeria Solarino e Laura Chiatti: i tre sembrano usciti da una fiction e mal si amalgamano col contesto toscano, goliardico e mattacchione, sembrando troppo spesso un corpo avulso rispetto alla vicenda.
   
Nella seconda storia, quella in cui finalmente si ride grazie al repertorio espressivo di Carlo Verdone, le rivelazione è però Donatella Finocchiaro molto divertente nel ruolo di una matta ossessivo-compulsiva, bipolare e pure stalker. Eccoci  così al terzo ed ultimo racconto, con l’attesissima performance di Robert De Niro con Monica Bellucci. Paradossalmente, ad elevare un De Niro più che appiattito dalla nuova commedia sentimentale all’italiana ci pensa il gagliardissimo portiere interpretato da Michele Placido senza il quale l’episodio non avrebbe alcun carisma. E adesso andateci, se ne avete il coraggio.
 



votanti: 2
Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[27-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE