Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Incidente mortale sul Gra, auto finisce sotto tir

code e caos sul raccordo

Giornata difficilie per il traffico nella capitale. Un incidente avvenuto ieri sera intorno alla mezzanotte in carreggiata interna tra l‘uscita per l’Ardeatina e lo svincolo per via Laurentina ha mandato in tilt il traffico sul raccordo anulare a partire da questa notte e fino alla tarda mattina.

L’incidente è costato la vita a tre uomini. L'auto su cui viaggiavano ha urtato un'altra vettura e poi è andata a finire sotto un camion. Due romeni a bordo dell’auto sono morti sul colpo: un altro è stato trasportato all’ospedale sant’Eugenio ma è deceduto poco dopo. Ferito lievemente il conducente dell’altra vettura.  L’incidente si è verificato a poca distanza da dove un bambino di tre anni aveva perso la vita nella notte tra lunedì e martedì. Il piccolo era stato sbalzato fuori dall’auto, dopo che la macchina guidata dal padre si era cappottata. Quattro morti in meno di una settimana, quindi, che confermano come il grande raccordo anulare sia tra le strade più pericolose d’Italia. Come aveva denunciato l’anas lo scorso novembre.

Sul luogo dell’incidente,  la polizia municipale è intervenuta per incanalare il traffico sulla corsia di sorpasso, ma la situazione è rimasta complicata per tutta la mattina. Lunghe code si sono create su gran parte del raccordo, soprattutto nel tratto tra via salaria e via appia in carreggiata interna e tra l’uscita Aurelia e via Tuscolana in carreggiata esterna. In alcuni punti il traffico è rimasto praticamente paralizzato. Solo verso le undici la situazione ha cominciato a normalizzarsi. A complicare la vita degli automobilisti romani si è aggiunto anche l’incolonnamento che si è creato nel sottopasso che collega via cilicia alla Cristoforo Colombo. A causare l’ingorgo la caduta di alcuni massi che due giorni fa hanno ostruito parte della carreggiata.

CONTROLLA LA SITUAZIONE DEL TRAFFICO

 
 

[25-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE