Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Aumenti tariffe taxi, il Tar conferma la sospensione

fissata all''8 giugno udienza di discussione di merito

Il Tribunale amministrativo regionale ha confermato la sospensione (che scadeva il 23 febbraio) della delibera del Campidoglio che stabilisce l'aumento delle tariffe taxi. Il Tribunale si è quindi pronunciato con un'ordinanza sul ricorso presentato dal Codacons, dall'Unione Nazionale Consumatori, e dal Movimento Difesa del Cittadino, dall'Assocazione Utenti dei Servizi pubblici.

Secondo il Tar sussistono quindi "i presupposti per l'accoglimento dell'istanza cautelare e che, per tale ragione, deve fissarsi l'udienza per la discussione del merito del presente giudizio all'8 giugno".

Nel confermare la sospensione degli aumenti il Tar ha rilevato che "allo stato degli atti ed all'esito di una valutazione sommaria della documentazione prodotta - si legge nell'ordinanza - emergono elementi utili al fine di formulare una prognosi favorevole alla parte ricorrente circa l'esito del giudizio". Per i giudici l'istruttoria che ha portato alla delibera sarebbe incompleta. La II sezione del tribunale sottolinea infatti "le incompletezze istruttorie del procedimento svolto dall'Amministrazione che emergono dal contenuto della documentazione in atti".

CODACONS - Il Codacons ha impugnato la delibera comunale di adeguamento delle tariffe risalente al luglio scorso, dopo i dubbi espressi anche dall'Antitrust. "I criteri su cui poggia la decisione dei "saggi" - spiega il Codacons - sono assolutamente sbagliati e lesivi dei diritti degli utenti. E' assurdo il parametro scelto dalla Commissione per stabilire gli aumentati costi a carico dei conducenti dei taxi, e che si basa sul rilascio di nuove licenze, ossia su un incremento della concorrenza che danneggerebbe i tassisti, diminuendo i loro incassi".

AUMENTI - L’accordo, siglato tra Campidoglio e tassisti, prevede l’abolizione della tariffa 2 extraurbana. I tassametri in cambio  faranno pagare  da 0,92 centesimi a 1 euro e 42 a chilometro, per i primi 5 km. Previsto un aumento di 5 euro per le corse da e per gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino. Tariffa fissa, a 25 euro, anche per la nuova Fiera di Roma. Scatterà inoltre il supplemento di un euro anche sul primo bagaglio.

Per arrivare alla chiusura definitiva della vicenda davanti al Tar del Lazio si dovrà attendere ancora poco più di tre mesi. I giudici amministrativi nella loro ordinanza hanno anche fissato l'8 giugno l'udienza di discussione della questione nel merito.
 
 

[23-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE