Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Giudiziaria
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma » Cronaca Giudiziaria
 
 

Indagini sul caso Verbano: sentita un’amica e due militanti

Dopo le due iscrizioni nel registro degli indagati, al via le prime audizioni.

Era amica di Valerio Verbano all’epoca della sua morte, il suo nome resta, ovviamente, segreto, come segrti sono i nomi dei due ex militanti, e segreta, per ora, resta la loro appartenenza politica. 
Sono stati ascoltati oggi negli uffici di Piazzale Clodio, dal pm Erminio Amelio titolare delle indagini. Scopo del magistrato romano è quello di ricostruire la vita, le frequentazioni e le conoscenze del ragazzo, al fine di individuare e di accertare i possibili responsabili della sua morte, 31 anni fa.

Altre audizioni - Per questo non si esclude che già nei prossimi giorni possano essere ascoltate anche altre persone, e nell’ambiente giudiziario si fa il nome di Valerio Fioravanti e Francesca Mambro, due esponenti di estrema destra dei Nar (Nucleo Armato Rivoluzionario), già condannati per la strage alla stazione di Bologna del due agosto 1980. I due potrebbero, all’epoca dei fatti, essere stati a conoscenza, o a contatto con gli autori del delitto.

Le analisi del Ris - Parallelamente, le indagini proseguono con l’analisi di alcuni reperti recuperati in casa Verbano all'epoca dei fatti e che fortuitamente non andati dristutti: un bottone, degli occihali da sole, una pistola, alcuni bossoli e un silenziatore, che ora saranno attentamente analizzati dagli esperti del Ris di Roma, alla ricerca di tracce biologiche.

I possibili indagati - Attualmente per l'omicidio sono indagate solo due persone, una delle quali risulta essere residente all'estero, ma i carabinieri del Ros starebbero stringendo il cerchio intorno ad altre due-tre persone. Intanto oggi Carla Zappelli, l'anziana madre di Valerio, è intervenuta alla cerimonia per l'assegnazione del premio dedicato dalla Provincia di Roma alla memoria del figlio. Commossa ha dichiarato: "Valerio è stato ucciso 31 anni fa da un commando di tre fascisti e dopo le notizie di ieri spero vengano presto rivelati i nomi dei responsabili".

Stefano Pesce

 
 

[23-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE