Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Traffico di rifiuti speciali

15 mila tonnelate smaltite illegalmente

Operazione dei carabinieri contro il traffico di rifiuti speciali. L'indagine, denominata 'Sabbie mobili', ha finora portato a 29 iscrizioni nel registro degli indagati e 4 ordini di custodia cautelare, coinvolgendo 7 aziende, di cui due sequestrate con relativi automezzi usati per il trasporto.

29 indagati e 4 ordini di custodia cautelare, è il bilancio dell'operazione "Sabbie Mobili" contro il traffico di rifiuti speciali e condotta dal Noe (Nucleo opeartivo ecologico) di Roma.

L'operazione ha svelato l'esistenza di una presunta organizzazione nell'ambito della gestione illecita di rifiuti speciali. Ideatore delle operazioni, il titolare di un sito di stoccaggio e di una ditta di trasporto che si avvaleva della complicità di gestori e direttori tecnici di impianti di recupero e di discarica, di trasportatori e impiegati, nonché di un ispettore dell'Arpa Lazio.

Il 'modus operandi' consisteva nella sistematica falsificazione di documentazione ambientale, la miscelazione di rifiuti di categoria diversa (espressamente vietata dalla legge) allo scopo di occultarne e cambiarne le caratteristiche e rendere gli stessi apparentemente idonei allo smaltimento presso una discarica pubblica, e il trasferimento diretto dal luogo di produzione direttamente a impianti di recupero mediante il cambio e la falsificazione sistematica dei formulari.
Il traffico accertato, nel solo periodo di osservazione, è stato stimato in circa 15mila tonnellate di rifiuti, con un lucro per l'organizzazione non inferiore a 450mila euro. I reati contestati sono quelli di associazione a delinquere, attività organizzata per il traffico illecito di rifiuti e falso.

 
TAG: rifiuti
 

[27-03-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE