Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ancora guai per Panzironi

due condanne per assunzioni non legittime

Alla vigilia della scadenza del suo mandato, prevista per marzo, si complica la situazione dell’amministratore delegato di Ama Franco Panzironi.

Dopo la notizia delle indagini per la questione Parentopoli, ora escono fuori due condanne relative al periodo in cui era alla guida dell’Unire, Unione italiana incremento razze equine. Si tratta di due sentenze, una del 2009 e l’altra 2010, che condannano l’attuale ad di Ama al pagamento all’erario di 15mila e 54mila euro. In un caso la condanna riguarda la consulenza assegnata ad Alessandro Galeazzi, considerata dai magistrati non necessaria.

Nell’altro, per il contratto da dirigente offerto nel 2005 a Riccardo Acciai, attuale segretario di unire, cui Panzironi assegnò una retribuzione annua da 3.000 euro poi modificata a 25.000 euro. Un adeguamento considerato non legittimo dalla corte dei conti perché in violazione con la normativa vigente.

E mentre l’opposizione chiede con insistenza le dimissioni del manager della municipalizzata, il sindaco alemanno lo difende. “Bisogna partire dalla presunzione di non colpevolezza” ribadisce il primo cittadino che poi ricorda come l’Ama sia stata risanata proprio dallo stesso Panzironi il quale, ricorda Alemanno -ha ereditato un’azienda allo sbando”.
 
 

[21-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE