Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Fisco & finanza
 
» Prima Pagina » Fisco & finanza
 
 

Decreto Milleproroghe

Cosa cambierÓ per i cittadini e le famiglie

Nel maxiemendamento al decreto Milleproroghe, appena approvato dal Senato con il voto di fiducia, si introduce una serie di novità che interessano sia le famiglie che i singoli cittadini.  Approfondiamo i principali provvedimenti messi in campo dal governo per dare un maggiore spinta all’economia nazionale e per dare un segnale di incoraggiamento agli italiani.


Rateizzazione debiti tributari: Ulteriore proroga concessa a coloro che hanno già beneficiato in passato della rateizzazione delle somme iscritte a  ruolo (debiti tributari)  e che ora potranno richiedere un ulteriore differimento per altre 72 rate, pur rimanendo da chiarire se dovrà essere rideterminato ex novo anche il piano di ammortamento delle rate sul residuo: infatti potrebbe avere un impatto sugli interessi passivi che maturano.

Mutui: Viene introdotta la possibilità delle banche, per i clienti in difficoltà, di sospendere i mutui ipotecari per l’acquisto di abitazioni senza dover espletare  alcuna formalità aggiuntiva o costi aggiuntivi in quanto si afferma che le garanzie alla base del contratto di finanziamento continuano ad espletare i loro effetti e a coprire il mutuatario anche in caso di sospensione.

Tassa per le calamità e rifiuti: Le regioni che dovessero essere colpite da calamità naturali potranno aumentare le tasse o le addizionali di propria competenza, compresa le accise sulla benzina ma fino ad un massimo di cinque centesimi per litro. Proprio in Campania - per fronteggiare l'emergenza rifiuti - potrà essere incrementata l'addizionale all'accise dell'energia elettrica.

Ricorso licenziamenti precari: Per tutto quest'anno non si applicherà la norma del collegato sul lavoro che restringe a 60 giorni il termine per l'impugnazione dei licenziamenti.

Precari scuola: Sono congelate le graduatorie provinciali dei precari della scuola fino al 31 agosto 2012. Ma, allo stesso tempo, si afferma che "sono fatti salvi gli adempimenti" che seguiranno alla bocciatura della consulta proprio delle graduatorie provinciali.

Biglietto del cinema: Dal prossimo luglio 2011 e fino al 31 dicembre 2013 il biglietto del cinema costerà un euro in più, salvo per le sale delle comunità ecclesiali o religiose.

Quote latte: Gli allevatori, che avrebbero dovuto iniziare a pagare le prime rate delle multe sulle quote latte il 31 dicembre 2010, avranno sei mesi in più di tempo.

Conciliazione Giudiziale: Nuovo rinvio di un anno dell'entrata in vigore dell'obbligo della conciliazione giudiziale per le liti di condominio e di risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti. Slitta di un anno dell'esenzione del pagamento del contributo unificato per le controversie in materia di lavoro davanti alla cassazione.

Sfratti: Nuova proroga fino al 31 dicembre 2011 del blocco degli sfratti per le famiglie appartenenti a categorie disagiate.

Stop demolizioni abusive in Campania: Respiro per le ordinanze di demolizione fino al 31 dicembre 2011 delle abitazioni laddove queste siano adibite ad abitazione principale  ed abbiano solo quella come casa e che non siano dichiarata inagibili dal comune o la protezione civile così come sono sospesi i provvedimenti di sfratto al soddisfacimento di requisiti soggettivi e reddituali dei destinatari.


Abruzzo: È sospesa la riscossione delle rate non versate in scadenza tra il primo gennaio 2011 e il 31 ottobre 2011. La ripresa della riscossione delle rate non versate sarà disciplinata da un decreto del presidente del Consiglio dei ministri. Nella norma c'è anche lo slittamento dei termini degli adempimenti tributari dal gennaio 2011 al dicembre 2011. Viene inoltre istituita la Giornata della memoria per le vittime del terremoto che ha colpito l'Abruzzo anche se, naturalmente,  tale giornata non sarà considerata festività ai fini lavorativi.

Editoria e tv locali:  In arrivo 30 milioni di euro per il fondo di sostegno all'editoria e 15 milioni di euro per le radio e le tv locali. Il taglio alle risorse previsto nel testo originario viene solo parzialmente ridotto. Con i nuovi stanziamenti il fondo a sostegno dell'editoria arriva a 166 miliardi di euro, compresi gli 86 milioni di residui dell'anno scorso.

Malati di SLA: Il provvedimento originario prevedeva che dei 400 milioni di euro destinati al 5 per mille, una somma pari a 100milioni di euro sarebbe stata destinata alla sla. Adesso con questo maxiemendamento il Governo sostituisce la parola "pari" con  "fino" aprendo, di fatto, la strada ad una possibile discrezionalità.

Zone alluvionate: Stanziati ulteriori 100 milioni di euro per la Liguria, il Veneto, Campania e per i comuni della provincia di Messina (Scaletta Zanclea, Gianpilieri e Itala).

Case fantasma: Un mese di proroga per dichiarare le case non esistenti al Catasto. Il termine inizialmente previsto per il 31 dicembre scorso ma prorogato al 31 marzo, slitta ancora al 30 aprile.

Social card o Carta acquisti: Sarà indirizzata alle famiglie disagiate secondo modalità che saranno stabilite da un decreto successivo del ministero del lavoro ma pare che il governo affiderà la social card agli enti caritativi presso i quali si avvierà una sperimentazione di 12 mesi.

Foglio rosa per motorini e minicar: Via definitiva per i ragazzi che aspirano alla patente di guida. Essi potranno esercitarsi con i veicoli solo dopo aver superato la prova teorica.

Manifesto selvaggio: Nuova sanatoria per le affissioni selvagge. Si potrà pagare una sanzione una tantum di mille euro e tale pagamento dovrà essere effettuato entro e non oltre il 31 maggio 2011.

Massimiliano CastoTributarista Consulente del Lavoro
 
 

[20-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE