Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Eurolega: la Virtus tiene contro il Barcellona

gli uomini di Filiposki escono dal campo a testa alta

Contrariamente a quanto ci si poteva aspettare la Lottomatica fa un figurone contro il Barcellona nell'odierno impegno casalingo. I campioni d'Europa in carica hanno dovuto fare la voce grossa nell'ultimo quarto ed il punteggio finale non rende giustizia alla gagliarda prova dei romani, che per trenta minuti hanno tenuto in scacco i catalani, probabilmente stanchi dopo le final eight della coppa nazionale spagnola.

Finisce 65-74, ma ci sono voluti i migliori Navarro e Anderson (19 e 15 punti rispettivamente) per permettere al Barcellona di recuperare una partita che nel terzo quarto si era fatta davvero difficile, con la Virtus capace anche di toccare i 13 punti di vantaggio. La sosta per la coppa Italia deve avere davvero giovato sulla condizione fisica e morale dei ragazzi guidati da Filipposchi, che forse per la prima volta in questa stagione hanno giocato tutti al di sopra della sufficienza, specialmente in difesa.

Il primo tempo si è concluso sul 27-25 per Roma, che ha difeso bene, provocando un numero enorme di palle perse. In attacco si è vista qualche fiammata di Smith e di Washington, con Dedovic invece un pò nervoso davanti a quella che sarà a breve la sua squadra. Il terzo quarto invece è stato quello di Datome, spettacolare su entrambe i lati del campo con stoppate e tiri da tre in quantità. Era proprio sul finale della terza frazione, tuttavia, che i catalani si rifacevano sotto, complice anche una certa compiacenza arbitrale. Roma smetteva di segnare dal campo, trovando punti solo dalla lunetta, e così dopo il primo sorpasso firmato Lorbek, e dopo un clamoroso autocanestro di Dasic, il Barca metteva la freccia fino al più nove finale.

Solo note positive comunque per la terz'ultima uscita europea di questa stagione della Virtus, che oltre a ritrovare si spera definitivamente il suo futuro capitano Gigli, trova per la prima volta quest'anno un atteggiamento positivo, necessario in vista del decisivo finale di stagione.

[18-02-2011]

 
Lascia il tuo commento