Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Qualità dell'aria di Roma, smog senza limiti

da 12 giorni valori alle stelle

Sono polveri pericolose perché capaci di penetrare nei polmoni, di creare danni alla salute, particelle che, messe insieme fanno milioni di tonnellate ogni anno: sono le polveri sottili.

Le centraline di rilevamento dell’Arpa Lazio ormai da 12 giorni registrano livelli di PM10 superiori ai limiti di guardia. E questo avviene in diversi quartieri della città, da ostiense a prenestre, a francia, tiburtina, san giovanni e cinecittà le aree più interessate, ma anche Villa Ada che si presuppone al riparo dallo smog, raggiunge invece livelli di inquinamento preoccupanti.

Dall’inizio dell’anno nel parco il livello di guardia è stato superato 11 volte. Record negativo, con 27 sforamenti giornalieri, a Francia e Tiburtina, seguiti da Preneste a quota 26.

L’organizzazione mondiale della sanità stima una diminuzione media del periodo di vita di 9 mesi in tutte le grandi città, con problemi respiratori e cardiocircolatori. Legambiente invoca lo stop della circolazione.

In realtà l’esperienza sotto la precedente amministrazione, quando si fece largo uso di giornate a targhe alterne, blocchi totali del traffico e pomeriggi di scorrimento veloce nelle arterie più trafficate, si dimostrarono assai poco risolutivi. Come assai insignificanti sono i risultati del blocco dei veicoli piu’ inquinnati all’interno della fascia verde. La percentuante di mezzi interessati dal provvedimento, infatti, riguarda solo il 5%  del parco auto dei cittadini di Roma e della provincia,  una percentuale che, come si dimostra in questi giorni, anche dopo 11 giornate di blocco, fa rimanere sempre superiori ai limiti le polveri sottili. Le soluzioni serie hanno bisogno di investimenti consistenti e di tempo.
 
 

[16-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE