Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Kubica, secondo intervento chirurgico

ricostruita in 3d la dinamica dell'incidente

Robert Kubica è stato sottoposto ad un altro intervento chirurgico della durata di sette ore per ridurre le fratture a piede, omero e spalla. E' la seconda operazione dopo quella complessa effettuata dall'equipe del professor Igor Rossello alla mano destra semi-amputata dopo il terribile schianto nel rally di Andora di domenica scorsa. Dopo l'operazione il pilota polacco dovrebbe tornare per almeno un giorno in terapia intensiva dove verrà tenuto sotto osservazione dal personale diretto dal dottor Giorgio Barabino.

KUBICA VUOLE TORNARE A CORRERE IL PRIMA POSSIBILE - E' fortemente convinto che tornerà in pista molto presto, magari in questa stessa stagione. In una intervista concessa alla Gazzetta dello Sport – la prima, dopo l’incidente -  Kubica ha dichiarato: “Voglio tornare in pista più forte che mai, perché dopo questi incidenti non sei più quello di prima. Sei migliorato”.

Intanto il sostituto procurato Giovanni Battista Ferro ha aperto un fascicolo – seppur contro ignoti – ipotizzando il reato di lesioni colposi gravissime per l’incidente di Robert Kubica. Il magistrato ha dato ordine alla polizia stradale di svolgere le indagini sulla dinamica del sinistro, mettendo nel frattempo sotto sequestro la vettura incidentata, che era praticamente attraversata dal guard-rail. E’ stato proprio il rail a falciare il polacco: sarebbero bastati pochi centrimetri per infilzarlo completamente. Nella sfortuna, Kubica è stato fortunato.

E nonostante la dinamica non sia ancora stata chiarita, il canale polacco TVN24, ha realizzato un video in 3D, nel quale si ipotizza come è potuto accadere tale disastro. Ricostruzione alquanto realistica.

 
 

[11-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE