Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Migliorano le condizioni di Kubica

ma dovr essere operato di nuovo

La paura è passata. Robert Kubica, ferito in modo grave in un incidente mentre gareggiava al rally di Andora, sta meglio. Le dita della mano destra, maciullata dalle lamiere, si muovono e - anche se la prognosi resta riservata - torna la speranza di rivederlo al volante di una Formula 1.

Intanto la procura di Savona ha aperto un'inchiesta per il reato di lesioni colpose gravissime. "Il movimento delle dita, associato alle condizioni di salute generali del paziente, è quello che più ci conforta", sottolineano i sanitari dell'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure. Il giorno dopo il lungo intervento, il driver polacco "è cosciente"ed ha potuto ricevere le prime visite.

Giunti in Riviera il padre Arthur e la fidanzata Editha, dopo Alonso è toccato a Flavio Briatore, suo manager ai tempi della Renault, portare un pò di conforto al giovane pilota. "È una macchina da guerra, tornerà presto in pista", assicura 'mister Billionairè, che si è intrattenuto con lui mezz'ora. "Dalle notizie pensavo peggio, per quello che ha avuto - aggiunge - l'ho visto bene". La strada della riabilitazione, però, resta lunga. Al momento del suo arrivo in ospedale, il pilota aveva le ossa della gamba destra politraumatizzate, una rotula tagliata e l'avambraccio destro con un'amputazione subtotale. Lesioni che, dopo l'intervento di ieri, lo costringeranno a tornare sotto i ferri. Nelle prossime settimane, infatti, la prima guida della Renault dovrà essere operato anche al gomito e alla spalla.

E non è escluso neppure che debba subire altri interventi alla mano destra gravemente lesionata nello schianto della sua Fabia Skoda contro un guardrail. L'auto è stata sequestrata dalla magistratura di Savona, che vuole far luce sulle cause dell' incidente. E sulle eventuali responsabilità. "I medici tracciano sempre lo scenario peggiore, ma oggi sembrano tutti soddisfatti", tira un sospiro di sollievo il team principal della Lotus Renault Gp, Eric Boullier. Per riprendersi, secondo lui, a Robert basteranno pochi mesi. In questo caso, la scuderia utilizzerà uno tra Sebastian Grosjean e Bruno Senna, i due tester che proveranno la vettura già giovedì prossimo a Jerez. "Al momento, però, la cosa importante è che Robert si riprenda", aggiunge Boullier, dribblando l'annosa questione della partecipazione dei piloti di Formula 1 ai rally. "Voleva gareggiare e noi glielo avevamo concesso - taglia corto il team principal -. Per il suo equilibrio le competizioni sono vitali e noi non vogliamo dei robot". Fisico a parte, del resto, Kubica sta dimostrando di non esserlo: al suo risveglio, anzichè preoccuparsi per la mano, ha chiesto notizie del suo navigatore, Jacub Gerber, rimasto illeso.

“Si è trattato di un incidente che normalmente non avrebbe avuto gravi conseguenze - ha spiegato Gerber - invece alcune circostanze sfortunate hanno portato a un evento quasi tragico. Subito dopo lo schianto io sono riuscito a uscire dalla macchina, ma mi sono reso conto che Robert era ancora incastrato e ho cercato di bloccare le altre auto che stavano passando, ma non si sono fermate. Poi ho chiamato l’ambulanza e quindi sono arrivati anche i pompieri e l’elicottero: hanno tirato fuori dalla macchina Robert e l’hanno portato di corsa all’ospedale. In quel momento sono riuscito anche a parlargli per un attimo. Era cosciente”.

OTTIMISMO SU TEMPI RECUPERO - C'è "cauto ottimismo" sulle condizioni di Robert Kubica che sono migliorate e si possono ritenere buone considerando la gravità del quadro iniziale appena dopo l'incidente. Non sono intervenute infezioni nella fase post-operatoria. L'evoluzione clinica è buona, considerati i forti traumi subiti. "«Allo stato attuale si può esprimere un cauto ottimismo sull'evoluzione del quadro clinico", si legge in una nota della Asl savonese. Kubica dovrà restare in terapia intensiva ancora un paio di giorni , nel corso dei quali saranno svolti tutti i tipi di accertamenti compresi quelli sulla funzionalità del braccio e della mano.

[08-02-2011]

 
Lascia il tuo commento