Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rogo in campo nomadi su via Appia Nuova

muoiono quattro bimbi. Alemanno "via maledetti campi abusivi"

Quattro bambini sono morti in un incendio divampato in una baracca in un campo rom. L'incendio è scoppiato in tarda serata in un insediamento composto da cinque baracche sulla via Appia Nuova in prossimità del circolo dell'Acquasanta.

Immediato l'allarme ai vigili del fuoco, che sono subito intervenuti sul posto con diverse squadre, ma quando le fiamme sono state spente ormai non c'era più nulla da fare per i quattro bimbi.

I bimbi avevano 3, 5, 7 e 11 anni e all'esterno della baracca c'erano i genitori, che non sono riusciti a intervenire.

LE CAUSE - Il rogo sarebbe divampato da bracieri di fortuna accesi per riscaldare l'ambiente. La polizia di Stato e gli agenti della municipale, insieme ai vigili del fuoco, stanno ancora svolgendo i rilevamenti all'interno dell'insediamento per accertarsi della dinamica di quanto accaduto. Le 4 vittime sono state ritrovate supine all'interno dei loro giacigli.

CAMPO GIA' CENSITO - ll micro-accampamento abusivo di via Appia Nuova era stato censito a dicembre scorso dalla questura. I nomadi si erano spostati per un periodo di tempo per poi tornare al punto di partenza. Il campo era composto da cinque baracche ed in una di queste è scoppiato l'incendio che ha provocato la morte dei quattro bimbi.

ALEMANNO "Via maledetti campi abusivi" - Si è sfogato il sindaco Alemanno alla fine del sopralluogo nel campo abusivo dove è divampato l'incendio "Via da Roma maledetti campi abusivi -ha detto- Queste burocrazie maledette che hanno bloccato il nostro piano nomadi hanno prodotto questo effetto. È una tragedia veramente terribile per la nostra città -ha detto il sindaco- È la tragedia di questi maledetti campi abusivi - ha continuato - noi avevamo lanciato l'allarme molte volte perchè sono pericolosissimi. Domani chiederò al governo poteri speciali per gli insediamenti dei rom".

POLEMICA CON PRESIDENTE MUNICIPIO - L'insediamento abusivo era stato bonificato nel 2005 a seguito di un episodio di pedofilia. Ha spiegato il presidente del IX municipio Susi Fantino che ha avuto un diverbio con il sindaco Alemanno. Alla presidente che sollecitava il sindaco a delle risposte, attaccandolo sulla sua gestione dell'emergenza baracche, Alemanno ha replicato irritato: "non si specula sui morti". Fantino ha riferito che l'insediamento sorge su un terreno di proprietà della società di trasporti Cotral. "Nonostante abbiamo fatto più volte segnalazioni per chiedere nuovamente la bonifica del posto - ha spiegato Fantino - il comune si è mobilità per altre situazioni meno pericolose".

I PRECEDENTI - Il 27 agosto scorso avvenne un episodio simile
nel campo rom in via Morselli all'altezza di Parco de Medici, sulla Roma - Fiumicino. Un bimbo di 3 anni morì carbonizzato e il fratellino di 4 mesi rimase gravemente ferito. L'ultimo incendio in un campo nomadi risale a pochi giorni fa, il 25 gennaio scorso al campo abusivo di via Severini (VIDEO), al Collatino. In quell'occasione solo circostanze fortunate hanno impedito che ci fossero feriti.
 
 

[06-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE