Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Grave incidente per Kubica in un rally in Liguria

operazione chirurgica di sette ore, grave ferita alla mano destra

E' in gravi condizioni Robert Kubica, il pilota polacco di 26 anni della Renault F1 è rimasto coinvolto in un incidente in una gara di rally in Liguria. Lo schianto è avvenuto intorno alle 8,30 di domenica. Il pilota è stato estratto dall'abitacolo della sua Skoda cosciente ma con alcune fratture molto gravi e con un elicottero dei vigili del fuoco è stato trasferito all'ospedale santa Corona di Pietra Ligure dove è stato sottoposto a intervento chirurgico per la riduzione delle fratture e di una vasta emorragia interna.

All'ospedale si è recato il responsabile medico del team di Kubica dottor Ceccarelli e anche l'esperto di chirurgia della mano che ha poi operato la mano destra del pilota parzialmente tranciata. I carabinieri stanno cercando di ricostruire la dinamica dell'incidente e hanno sequestrato la macchina per verificare se ci siano stati problemi meccanici.

Intanto, sono state raccolte le prime testimonianze del pubblico e dello stesso navigatore del pilota, Jacub Gerber che è rimasto illeso. Secondo quanto appreso, Kubica ha affrontato una curva a velocità elevata all'altezza di un bivio segnalato da un guard rail. Forse per l'asfalto reso viscido dalla gelata notturna o forse per un'irregolarità del sito stradale la Skoda ha sbandato e la sua traiettoria ha subito una deviazione di circa 80 gradi a destra. L'auto ha colpito la cuspide del guard rail che ha sfondato la portiera del pilota e ha piegato i piantoni del roll-bar. L'auto ha terminato la sua corsa contro il muro della chiesetta del paese. Kubica è rimasto incastrato nell'abitacolo mentre Gerber, illeso, è subito sceso e ha chiamato i soccorsi. In pochi minuti sul posto è arrivato il 118 e i vigili del fuoco che hanno estratto il pilota, ancora cosciente dall'abitacolo.

L'elicottero del 115 ha trasferito Kubica all'ospedale di santa Corona dove è stato sottoposto a intervento chirurgico per la riduzione delle fratture e per la coagulazione dell'emorragia interna. Al momento i medici non si sbilanciano sulla possibilità di recupero della funzionalità della mano destra, indispensabile per tornare al volante di una monoposto. Davvero un destino crudele quello di Kubica, da molti considerato un talento naturale, al punto che anche la Ferrari nei mesi scorsi - prima del rinnovo con la Renault - gli aveva messo gli occhi addosso per fargli fare da spalla ad Alonso. E proprio il pilota del Cavallino, già suo compagno ai tempi della Renault, si è precipitato all'ospedale di Pietra Ligure per stare accanto all'amico e collega.

INTERVENTO ALLA MANO - L'equipe del professor Igor Rossello ha terminato l'intervento sulla mano del pilota di Formula 1. Dopo sette ore di intervento, il professor Rossello si è detto moderatamente soddisfatto. La mano del pilota, parzialmente tranciata, è stata rivascolarizzata e le fratture sono state ricomposte. Saranno necessari alcuni giorni per capire se l'arto, da un punto di vista neurologico e vascolare, sarà in grado di tornare ad una completa funzionalità. Al pilota è stata ricomposta anche la frattura di una gamba. In sala operatoria si sono alternate due equipe di chirurghi che hanno operato ininterrottamente per oltre sette ore. Robert Kubica è stato trasferito nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Pietra Ligure. La prognosi resta riservata.
 
 

[06-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
 
 
  CORRELATE