Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Massacrano coppia di connazionali

arrestati tre romeni

Una violenza inaudita per impossessarsi di un cellulare. Tre cittadini romeni di 25 anni, fingendosi carabinieri, si sono introdotti nell'abitazione di una coppia di connazionali, in via Carpanzano alla Borghesiana e, armati di due mazze da baseball e una grossa chiave inglese, li hanno colpiti ripetutamente alla testa e in varie altre parti del corpo ferendoli in modo serio. I tre, che erano incappucciati, dopo essersi impossessati di un cellulare si sono dati alla fuga. Le indagini sono state immediatamente avviate dai carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca che, intervenuti nell'abitazione, hanno avviato le ricerche: sono stati disposti posti di blocco e pattugliamenti.

Poco dopo, una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Roma li ha individuati e arrestati in via Collatina, all'incrocio con Piazzale De Cupis. Avevano ancora addosso gli abiti sporchi di sangue. I rapinatori avevano con loro, in auto, il telefono, un cacciavite, un coltello e una parrucca da donna. Le perquisizioni eseguite dai carabinieri del Nucleo radiomobile di Roma, nelle rispettive abitazioni, hanno consentito inoltre di recuperare anche una delle mazze da baseball utilizzate per la rapina. Un passamontagna di colore nero ed una chiave inglese n. 36 macchiata di sangue sono stati invece rinvenuti e sequestrati nel corso del repertamento sul luogo del delitto. Le vittime trasportate d'urgenza all'ospedale di Tor Vergata, sono state sottoposte a cure e accertamenti per varie fratture traumi, con prognosi di 40 e 42 giorni. Gli arrestati sono stati portati nel carcere di Regina Coeli in attesa di essere processati.

[05-02-2011]

 
Lascia il tuo commento